Dirigente annulla messa di Natale a scuola per rispettare minoranze

Stampa

E’ successo in una scuola di Agrigento: una dirigente scolastica ha annullato la messa di Natale per rispettare le minoranze.

La decisione della preside non è stata accolta positivamente da un gruppo dei genitori degli studenti frequentanti la scuola. La polemica contro la dirigente è prima scoppiata nelle chat di WhatsApp dei genitori della classe e poi è arrivata fino ai politici.

Questo non è insegnamento. La preside ha sbagliato perché ha ceduto a una forma di ricatto su un estremismo, questa è una censura bella e buona, siamo alla sottomissione. Limitare la libertà altrui sulle tradizioni è scandaloso. La scuola deve insegnare la libertà, il rispetto, mentre annullare un precetto natalizio è una forma di mancanza di rispetto” ha riferito Nuccia Palermo, capogruppo della Lega al Comune di Agrigento, ad Adnkronos.

Sulla vicenda è intervenuto anche l’onorevole Rossano Sasso (Lega): “Quello dell’annullamento della messa di Natale ad Agrigento nel nome del rispetto per i non credenti e per le altre religioni, è solo l’ultimo di una serie di episodi di intolleranza nei confronti della religione cattolica, ad iniziare dalla volontà del Ministro Fioramonti, espressa a Settembre, di voler eliminare dalle aule il crocifisso.

Qui non si tratta semplicemente di essere cattolici o meno, ma è in gioco la nostra identità, le nostre tradizioni, la sottomissione alla volontà di pochi che non accettano alcuna integrazione, ma fanno dell’imposizione della propria volontà la regola. Per fortuna degli Italiani questo governo ha i giorni contati, una volta ripresa la guida del Paese sapremo come fare rispettare la libertà“.

Per ora – conclude Sasso – da insegnante, da padre e da membro della commissione cultura della Camera dei Deputati, esprimo solidarietà alle famiglie che hanno dovuto subire questa infelice imposizione di un dirigente scolastico, che ha fallito nella sua missione educativa“.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur