Convegno Ministero dell’Istruzione sul futuro della scuola. Le parole di Conte e Azzolina [VIDEO]

Stampa

‘Ripensare l’educazione nel XXI secolo: incontri per riflettere, proporre, agire’. Questo il titolo del ciclo di appuntamenti dedicati al presente e al futuro del mondo dell’Istruzione.

Prima dell’inizio del convegno ha parlato il premier Giuseppe Conte: “La didattica a distanza si è rivelata una  grande risorsa in momento di criticità, ma l’obiettivo è far rientrare a scuola in sicurezza ragazzi e ragazzi, c’è il massimo impegno del  governo perchè avvenga il prima possibile”. 

E anocra: “Occorre investire sulla scuola più di quanto fatto negli ultimi anni, anzi decenni: ne siamo consapevoli. Perciò nel Recovery plan destineremo una parte delle risorse per modernizzare la scuola, renderla più attrattiva prestando attenzione al risanamento strutturale degli edifici scolastici, al loro efficientamento energetico, alla creazione di un sistema permanente di sviluppo delle competenze digitali e anche alla formazione e all’aggiornamento continuo di dirigenti, docenti, personale scolastico che sono la colonna su cui va edificata la scuola. Non esiste investimento più proficuo di questo, un migliore moltiplicatore di valore. A scuola si radicano quei principi capaci di combattere mali di cui troppo spesso sentiamo parlare come femminicidio, bullismo, mafie. Una scuola sana, con docenti preparati, rappresenta la migliore via per sconfiggere ogni deformazione”. 

“Apprezzo le parole del presidente Conte: le scuole sono ancore di sicurezza. Ed aggiungo di salvezza oltre che di sicurezza”. Così la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

“Il lavoro che stiamo svolgendo per portare la scuola fuori emergenza  non può impedirci di guardare oltre ed interrogarci sulle nuove sfide da affrontare – ha affermato la Ministra – Lo dobbiamo ai nostri  ragazzi perché il futuro con loro non possiamo metterlo tra parentesi. E la politica se vuole fare bene deve proiettare lo sguardo oltre”.  

Azzolina ricordando i suoi anni da insegnante e studentessa ha poi rimarcato che “è grazie a quel bagaglio che io oggi riesco a battermi per riaprire in qualche modo le scuole e mantenerle aperte”. Quindi rivolgendosi alla platea on line: “Vi chiedo di stare con noi per dare respiro molto più ampio, per abbracciare ciò che ci spetta. Le  scuole sono la nuova finestra sul mondo e sul domani. Apriamo gli occhi dei nostri ragazzi e facciamo iniziare un nuovo giorno insieme”.

Si comincia oggi, venerdì 18, e domani, sabato 19 dicembre, con due appuntamenti dedicati al tema ‘Pedagogia, didattica, educazione: fotografia di un Paese’.

ISCRIVITI al canale You Tube di Orizzonte Scuola

METTI MI PIACE alla pagina Facebook di Orizzonte Scuola

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

DIRETTA | Lockdown Italia, dal 24 dicembre al 6 gennaio: zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e zona arancione nei giorni lavorativi [LIVEBLOG]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur