Piano estivo, Aprea (Forza Italia): “I docenti non lavoreranno gratis, potranno avere da 70 a 100 euro all’ora. Non chiediamo lavoro da crocerossina” [VIDEO INTERVISTA]

Stampa

Dopo aver ascoltato le organizzazioni sindacali, è il turno delle forze politiche commentare le misure e le prospettive del Recovery Plan per il mondo dell’istruzione. Anche in questo caso l’approvazione del Pnrr è un pretesto anche per fare il punto della situazione sui temi più caldi che riguardano la scuola direttamente o indirettamente coinvolti nel piano da inviare a Bruxelles.

Sul piano estivo: “La scuola non si è mai fermata. La Dad ha funzionato, ma è stato uno studio anomalo. Tutti dobbiamo accettare che le scuole rimangano aperte. Mi auguro che sia un progetto da ripetere. Che i docenti non fossero tutti disponibili ad accettere lo avevamo messo in conto. Ci sarà, però, un compenso straordinario. Ogni docente valuterà partecipare. I prof non lavoreranno gratuitamente, non chiediamo un lavoro da crocerossina. Se consideriamo anche i piani Pon, si può arrivare a 70-100 euro all’ora”.

Poi spazio alle considerazioni su Recovery Plan, vincolo quinquennale e riforma del reclutamento.

L’intervista video a cura di Andrea Carlino

ISCRIVITI al canale You Tube di Orizzonte Scuola

Ecco il programma dello speciale:

ore 14 – Valentina Aprea (Forza Italia)

ore 15,15 – Carmela Bucalo (Fratelli d’Italia)

ore 16 – Francesco Verducci (Partito Democratico)

ore 17 – Mario Pittoni (Lega)

ore 18 – Gabriele Toccafondi (Italia Viva)

ore 19 – Barbara Floridia – sottosegretaria all’Istruzione (Movimento Cinque Stelle)

ISCRIVITI al canale You Tube di Orizzonte Scuola

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur