Gissi (Cisl Scuola): “Puntare sul tempo pieno anche per aumentare i posti in organico. Sul Reclutamento nessuna ideologia” [VIDEO]

Stampa

Il Recovery Plan e non solo: la scuola è al centro del dibattito politico. A Orizzonte Scuola Talk speciale con i leader delle principali organizzazioni sindacali. Intervista con Maddalena Gissi, segretario generale della Cisl Scuola.

La segretaria Cisl Scuola in merito alla Scuola di Alta Formazione prevista dal Pnrr: “La formazione nelle nostre istituzioni scolastiche è stata definita dagli organici collegiali. Forse mancava una struttura di questo tipo ma dobbiamo vedere la volontà e come sarà collegata al contratto. Oggi ci sono nuove sfide che riguardano la scuola e dunque è gusto adeguare la formazione in linea alle nuove esigenze. Ma prima aspettiamo cosa prevede il Ministero e la nuova impostazione su questo tema“.

Sul tempo pieno Gissi spiega: “Ci sono le aree del Sud che hanno sofferto i limiti di investimento e l’impossibilità di attivare dunque un ampliamento dell’offerta formativa. In alcune aree c’è un rapporto difficile con le famiglie. I motivi sono sicuramente di natura culturale ma in altri proprio di natura organizzativa. I comuni in dissesto, ad esempio“.

E ancora: “Le riforme previste dal Pnrr dovranno essere trasformate in azioni concrete in legge di bilancio. Per la scuola dell’infanzia e primaria potrebbero esserci novità per quanto riguarda lo scorrimento delle graduatorie. Si superi la dimensione culturale. Non ci possiamo permettere di ignorare una richiesta che potrebbe aumentare i posti in organico”.

Sul reclutamento: “Potrebbe esserci quel segnale da parte del ministro che ci aspettiamo. Abbiamo già molti punti chiari. Come gli specializzati sul sostegno che non avrebbero altra selezione da fare. Ricordo che anche la sottosegretaria Floridia è stata assunta tramite corso di specializzazione. E anche l’ex Ministra Azzolina non ha superato un concorso ordinario. Non si pongano questioni ideologiche. Bisogna accompagnare i processi ma non fare barricate. Il primo di settembre è un dato di fatto ed è inutile fare barricate.“.

Sul piano delle scuole estive, Gissi afferma: “Non si parla di recupero ma di rinforzo. Si parla di una remunerazione aggiuntiva per chi vorrà partecipare. E’ tutto su base volontaria. Penso a quei precari che potrebbero partecipare. Dire di no a priori sarebbe sbagliato“.

Sicuramente con questo Recovery Plan la scuola è tornata al centro del dibattito. Questo è l’elemento positivo. Si guarda al futuro senz’altro“, ha concluso la segretaria della Cisl Scuola.

ISCRIVITI al canale You Tube di Orizzonte Scuola

VIDEO INTERVISTA

Il programma completo dello speciale

ore 14 – Elvira Serafini (Snals) (GUARDA L’INTERVISTA)

ore 15 – Francesco Sinopoli (Flc Cgil) (GUARDA L’INTERVISTA)

ore 16 – Marcello Pacifico (Anief) (GUARDA L’INTERVISTA)

ore 17 – Maddalena Gissi (Cisl Scuola)

ore 18 – Rino Di Meglio (Gilda degli insegnanti)

ore 19 – Pino Turi (Uil Scuola)

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur