Piano edilizia scolastica, Valditara: “Due miliardi di euro per mettere in sicurezza le scuole. Chi va in classe non si può sentire in pericolo” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Presentato al Ministero dell’Istruzione e del Merito, il Piano per l’edilizia scolastica alla presenza del Ministro Giuseppe Valditara. Interverranno il Direttore generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale, Gianna Barbieri, e il Direttore generale coordinatrice dell’Unità di missione per il PNRR del Ministero, Simona Montesarchio.

L’intervento del ministro dell’Istruzione e del Merito

Oltre due miliardi per la messa in sicurezza delle scuole. In particolare 2 miliardi, tre milioni e 900mila euro per la messa in sicurezza, adeguamento sismico, antincendio ed eliminazione delle barriere architettoniche.

“Abbiamo realizzato una azione integrata la cui somma complessiva supera i 2 miliardi di euro, abbiamo cioè triplicato l’investimento del Pnrr”. Lo ha affermato il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara presentando il Piano edilizia scolastica Pnrr e annunciando ulteriori risorse messe a disposizione dal ministero, spiegando che “saranno riqualificati e messi in sicurezza complessivamente 3 kmq di scuole, un terzo in più di uno stato come il Principato di Monaco”.

“La scuola è il luogo in cui forma la persona umana e non può assolutamente diventare una luogo in cui si sia in pericolo o un luogo di tragedia come avvenuto in passato. Quello che presentiamo – ha detto il Ministro – è un impegno morale: mai più nessuno, docenti, studenti, dirigenti, personale Ata dovrà essere in pericolo nelle nostre scuole. Abbiamo effettuato uno sforzo aggiuntivo per reperire nelle pieghe del bilancio del ministero ulteriori risorse che potessero essere destinate in più da legare alle risorse del Pnrr per l’edilizia”. Sono così state rese disponibili ulteriori risorse per oltre due miliardi.

“Con il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini abbiamo deciso di istituire un tavolo per avere procedure semplificate, eliminando passaggi burocratici che rallentano la realizzazione delle opere. Sarà un grande piano di semplificazione e sburocratizzazione”.

“Nelle prossime settimane vareremo il piano di semplificazione. Oltre a stanziare risorse, dobbiamo eliminare lacci e lacciuoli che impediscono di realizzare rapidamente questa grande rivoluzione nel campo dell’edilizia scolastica” .

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur