Diplomati magistrali: valore abilitante del titolo, ma non per il ruolo

di Lalla
ipsef

red – In attesa delle interrogazioni sul valore del diploma magistrale, alle quali il Ministero ha dato riposta oggi, riportiamo le impressioni delle On. Maria Coscia (PD) e Silvia Chimienti (M5S), entrambe insoddisfatte per le risposte vaghe e contraddittorie ricevute.

red – In attesa delle interrogazioni sul valore del diploma magistrale, alle quali il Ministero ha dato riposta oggi, riportiamo le impressioni delle On. Maria Coscia (PD) e Silvia Chimienti (M5S), entrambe insoddisfatte per le risposte vaghe e contraddittorie ricevute.

Maria Coscia (PD) – "Il governo ha finalmente risposto alle interrogazioni sul valore abilitante del diploma magistrale. Pubblicherò a breve il testo della risposta. Mi sono dichiarata insoddisfatta perchè pur venendo riconsociuto il valore abilitante del titolo non viene risolta la questione delle graduatorie d’istituto che resta vaga e fumosa (cit. testuale "occorre distinguere la questione dell’abilitazione da quella dell’assunzione in ruolo. I diplomati magistrali possono insegnare, ed in particolare, possono esercitare la professione di docente in qualità di supplenti. Essi hanno quindi il diritto all’inserimento nelle sole graduatorie d’istituto"). La domanda è: in quale fascia? Inoltre, viene ribadita la necessità di partecipare ai Pas per conseguire l’abilitazione. Nota positiva il MIUR afferma di stare procedendo alla definizione delle modalità per effettuare il riconoscimento della qualifica professionale dei diplomati magistrali per l’insegnamento all’estero. Restano evidenti le ambiguità che ho segnalato anel corso della mia replica per cui reputo necessari ulteriori approfondimenti."

Silvia Chimienti (M5S) Oggi è stata data risposta alle due interrogazioni riguardanti i diplomi magistrali. Il sottosegretario Rossi Doria ha ammesso il valore abilitante del vostro titolo, sottolineando però che non vale per le assunzioni in ruolo. Gli abbiamo fatto notare la palese contraddizione tra quanto lui afferma e il vostro inserimento nei PAS.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione