Diplomati magistrali, parere Avvocatura Stato il 23 marzo. Fedeli: questione potrà regolarizzarsi ad elezioni concluse

WhatsApp
Telegram

La data, non ufficiale del 23 marzo ci viene comunicata dal Coordinamento comasco dei Diplomati magistrali che nella serata del 30 gennaio ha incontrato il Ministro Valeria Fedeli, ospite del Conservatorio Giuseppe Verdi di Como.

DIPLOMATI MAGISTRALI RICEVUTI DALLA FEDELI

Al termine del concerto, cinque insegnanti del Coordinamento sono stati ricevuti dalla Ministra. L’incontro è durato un quarto d’ora circa.

Questo il loro resoconto “La Ministra Fedeli si è resa disponibile a confrontarsi con i docenti, promettendo che prenderà a cuore la loro situazione come quella dei laureati in scienze della formazione primaria. Ha inoltre ribadito a costoro che le sarà impossibile fare un decreto d’urgenza nell’immediato e che la questione si potrà regolarizzare ad elezioni concluse, sentito il parere dell’avvocatura dello Stato, previsto per il 23 marzo.”

COSA CHIEDONO I DIPLOMATI MAGISTRALI

Leggiamo nel comunicato “Come ha spiegato nel corso del presidio il Coordinamento comasco dei Diplomati Magistrali, il desiderio è quello di ottenere la stabilità, in virtù del diploma magistrale conseguito entro il 2002 che è abilitante per la professione docente nei gradi di infanzia e primaria.

“Chiediamo e auspichiamo una soluzione entro il 4 marzo – ha proseguito il coordinamento. Vogliamo la riapertura delle GAE, una stabilizzazione in ruolo senza riserva, perché non vogliamo restare precari a vita”

“Tra le richieste avanzate – conclude il comunicato – l’abolizione della legge 107/15 la cosiddetta legge sulla “buona scuola” che al comma 131 introduce che a partire dal 01/09/16 non sarà possibile avere più di tre incarichi su organico di diritto

SCIOPERO ANIEF 23 marzo

Il 23 marzo tra l’altro è una data particolarmente significativa quest’anno perché coincide con l’insediamento delle nuove Camere in segito alle elezioni del 4 marzo. E per quella data è prevista la mobilitazione Anief, con uno sciopero e una manifestazione di piazza, in modo che i parlamentari

“vengano a conoscenza del fatto che in Italia ci sono decine e decine di migliaia di docenti e Ata precari, anche di lungo corso, a cui il Governo uscente non solo non ha fornito alcuna garanzia per il loro futuro professionale, ma ha addirittura posto resistenze contro la loro stabilizzazione” Sciopero 23 marzo, Anief: crescono adesioni per protestare a sostegno dei diplomati magistrale, dei precari e contro il Contratto 

36 MESI DI SERVIZIO 

Una problematica che il nuovo Esecutivo dovrà affrontare sarà quella del comma 131 della Legge 107, che impedisce la stipula di contratti su posti vacanti dopo 3 anni di servizio, anche non continuativo su tale tipologia di posti. Una situazione che potrebbe riguardare da vicino  anche numerosi diplomati magistrali.

Diplomati magistrale, insegnanti rischiano di non avere supplenze lunghe dal 2019. Incubo 36 mesi di servizio

WhatsApp
Telegram

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it