Diplomati magistrali e laureati SFP, Forza Italia: da inserire in graduatoria per reclutamento ma in subordine a GaE e Concorso 2016

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le parlamentari di Forza Italia Valentina Aprea, Mariastella Gelmini e Daniela Ruffino hanno presentato una mozione urgente per la risoluzione della problematica dei diplomati magistrali.

Si tratta della richiesta di creazione di graduatorie provinciali per titoli (quindi no servizio) cui attingere in subordine alle vigenti Graduatorie ad esaurimento e agli elenchi dei vincitori del concorso sia per le classi di concorso di posto comune che sostegno.

La mozione

[…] Impegna il governo

a predisporre urgentemente modifiche normative idonee a sopperire alle necessità di cui alle premesse, sulla base dei seguenti criteri:

  • predisposizione di distinte graduatorie provinciali per titoli, riservate al reclutamento nella scuola dell’infanzia e primaria e nei rispettivi posti di sostegno, cui attingere in subordine alle vigenti Graduatorie ad esaurimento e agli elenchi dei vincitori del concorso bandito con decreti direttoriali 23 febbraio 2016, n. 105 (posti comuni) e n. 107 (posti di sostegno per l’infanzia e la primaria) per una quota delle assunzioni non superiore al 50% dei posti vacanti e disponibili di cui all’art. 401 del Testo Unico;
  • accesso alla predette graduatorie riservato al personale non di ruolo, all’atto dell’iscrizione in graduatoria, nelle scuole statali per i rispettivi posti o gradi, in possesso dei seguenti titoli:
    prima fascia, cui attingere prioritariamente, cui accedono, nelle regioni ove hanno svolto il concorso, i soggetti collocati nelle relative graduatorie di merito del concorso di cui ai Decreti Direttoriali 23 febbraio 2016, n. 105 (posti comuni) e n. 107 (posti di sostegno per l’infanzia e la primaria) e non ricompresi nell’elenco dei vincitori;
    seconda fascia, graduata sulla base della vigente tabella titoli relativa alle II fascia delle graduatorie di istituto, cui accedono:
    i soggetti in possesso di abilitazione conseguita attraverso la laurea in scienze della formazione primaria;
    i soggetti in possesso di abilitazione conseguita ai sensi degli articoli 194 e 197 del testo Unico e del diploma sperimentale psicopedagogico (Brocca) conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002 che abbiano, per i rispettivi posti, superato con riserva il periodo di formazione e prova di cui al DM850/2015
    i soggetti in possesso di abilitazione conseguita ai sensi degli articoli 194 e 197 del testo Unico e del diploma sperimentale psicopedagogico (Brocca) conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002 che abbiano svolto almeno tre anni di insegnamento a decorrere dall’anno scolastico 2010/11 ed entro l’anno scolastico 2017/18 e subordinatamente alla frequenza e al superamento di un corso di aggiornamento professionale, presso i corsi di laurea in Scienze della Formazione Primaria, preposto all’accertamento degli standard professionali previsti dalla normativa e dal contratto vigente, ovvero di un esame orale basato sui medesimi quadri di riferimento;
    per le graduatorie concernenti i posti sul sostegno, il possesso della specifica specializzazione ai sensi della normativa vigente;
  • aggiornamento biennale delle graduatorie, ai fini dell’aggiornamento dei titoli e dell’accesso dei docenti abilitati in Scienze della Formazione primaria;
  • possibilità di iscrizione in soprannumero, ai corsi di laurea in sfp, dei soggetti di cui al punto 2, b, ii)
    modifiche alla periodizzazione concorsuale di cui all’art. 400 del testo unico, portando la periodicità a due anni, fermo restando la legislazione vigente in ordine al concorso di cui ai decreti direttoriali, subordinatamente all’accertamento degli standard professionali previsti dalla normativa e dal contratto vigente attraverso un esame orale basato sui medesimi quadri di riferimento;
  • conferma in ruolo dei soggetti entrati in ruolo con riserva entro l’anno scolastico 2017/18, che abbiano superato il periodo di formazione e prova ai sensi del DM 850/2015, subordinatamente alla frequenza e al superamento del un corso di aggiornamento professionale, presso i corsi di laurea in Scienze della Formazione Primaria, preposto all’ accertamento degli standard professionali previsti dalla normativa e dal contratto vigente, ovvero di un esame orale basato sui medesimi quadri di riferimento di cui al punto 2) lettera b) sub iii) di cui al dispositivo della presente mozione.

Una posizione, quella di Gelmini, Aprea e Ruffino che non coincide con il DDL presentato da altri parlamentari di Forza Italia che prevede invece la riapertura delle Graduatorie ad esaurimento per i docenti in possesso del diploma magistrale.

Diplomati magistrale, ecco il DDL per l’inserimento nelle Graduatorie ad esaurimento per le immissioni in ruolo

Diplomati magistrale hanno l’appoggio di Forza Italia: soluzione già a partire dall’a.s. 2018/19

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione