Diplomati magistrale: dopo sentenze negative maestre già licenziate anche se contratto scade il 30 giugno o 31 agosto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Accade in Valle d’Aosta e lo comunica il sindacato CUB “Dalla scorsa settimana in Valle D’Aosta sono iniziati i primi licenziamenti dei colleghi diplomati magistrali a causa degli esiti negativi dei processi di merito che riguardano il loro diritto al posto di lavoro a tempo indeterminato e/o alla permanenza nelle graduatorie in esaurimento”

“Fino a qui, purtroppo – prosegue il comunicato – storie di ordinario anche se inaccettabile licenziamento a causa dell’assenza di una legge che tuteli i possessori di un titolo di idoneità quali i maestri diplomati magistrali.”

“Ciò che invece è un’ingiustizia – sottolinea il sindacato – che si aggiunge all’ingiustizia generale è la modalità con la quale la sovrintendenza sta operando: i colleghi licenziati erano titolari di nomine sino al 30 giugno o addirittura o addirittura 31 agosto  e si trovano ora con un’anticipazione di licenziamento al 15 giugno!!!!”

“Questo comportamento – conclude la CUB – è inaccettabile poiché se le nomine sono per un certo tempo, almeno per quel tempo vanno mantenute ! Non si risparmia sulla pelle dei docenti !

Per questo motivo, con i colleghi della Valle D’Aosta , abbiamo organizzato un presidio per giovedì 14 giugno alle ore 10 sotto la regione con richiesta di incontro con la Sovrintendenza agli Studi per chiedere a gran forza la continuità almeno fino al termine naturale dei contratti.”

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione