Diplomati magistrale, USR in attesa di convocazione dal Ministero. Situazione Piemonte

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Lunedì 18 giugno 2018 durante il presidio si è svolto un incontro tra l’USR Piemonte e i colleghi diplomati magistrali di ruolo e a tempo determinato rappresentati dal Coordinamento Dm Torino, Cub scuola , iscritti  Cobas scuola e iscritti ricorrenti Anief Torino.

Nella delegazione anche un genitore rappresentante dell’utenza.

L’incontro si apre con l’intervento del Dott. Fabrizio Manca Direttore dell’USR Piemonte il quale dichiara che ad oggi non ci sono comunicazioni in merito alla situazione diplomati magistrali e che sono in attesa di una convocazione al Ministero in quanto si prevede un’imminente uscita di un decreto risolutivo

Segue l’intervento del Dott. Giuseppe  Bordonaro responsabile della gestione risorse umane dell’USR Piemonte che afferma la possibilita’ di un decreto comprensivo di tutti gli interessati prendendo in esame le differenti casistiche.

Segue un tavolo di discussione durante la quale vengono sottolineate e rimarcate le differenze dei casi e le disparità di trattamento con interventi da ambo le parti e analizzate le differenti soluzioni che potrebbero verificarsi. A questo proposito il Coordinamento Dm Torino rappresentanze sindacali CUB e COBAS, ribadiscono nuovamente le loro richieste nel merito:
•       Salvaguardia dei ruoli con clausola
•       Salvaguardia dei presenti in GAE con riserva
•       Apertura GAE per i non presenti ma con titolo abilitante

La risposta dell’Amministrazione riguardo l’apertura GAE risulta non percorribile poiché darebbe adito alla formazione di nuovo precariato.
Sugli altri punti, si immagina la loro naturale risoluzione con un decreto legge che ovvierebbe al declassamento in 2 fascia dei ricorrenti in relazione alle vertenze perdenti. I colleghi di ruolo presenti hanno informato l’amministrazione che se il decreto non dovesse essere pubblicato o prevedesse declassamenti da ruolo a tempo determinato non si accetteranno nomine a settembre bloccando le convocazioni.
Stessa posizione nei confronti della proposta FIT per i docenti in GAE con riserva che sarebbero costretti a seguire un percorso di formazione annuale senza servizio riconosciuto e, soprattutto, con uno stipendio dimezzato.
Preso atto di quanto dichiarato l’Amministrazione si è impegnata a tenerci tempestivamente informati e darci la completa disponibilità per la fissazione di ulteriori incontri esplicativi.

Il Dott.Manca rende noti  posti autorizzati in ruolo per l’anno scolastico 2018/2019, i numeri aggiornati del numero di assunti dall’anno scolastico 2015 con clausola rescissoria  e presenti in GAE  a vario titolo:

ASSUNZIONI COMPARTO SCUOLA ANNO 2018/2019

SCUOLA DELL’INFANZIA: POSTO COMUNE: 88 – SOSTEGNO: 24

SCUOLA PRIMARIA: POSTO COMUNE: 772 – SOSTEGNO: 27

GAE PIEMONTE A PIENO TITOLO

SCUOLA DELL’INFANZIA: 761
SCUOLA PRIMARIA: 119

ISCRITTI IN GAE CON RISERVA
SCUOLA DELL’INFANZIA: 2993
SCUOLA PRIMARIA: 2963

GRADUATORIE DI MERITO PIEMONTE:
SCUOLA DELL’INFANZIA : 0
SCUOLA PRIMARIA: 432

Si evince quindi che per la scuola primaria in assenza di diplomati magistrali nella regione Piemonte non si coprirebbero tutti i posti in ruolo autorizzati.

Riteniamo soddisfacente l’incontro con l’Amministrazione che ha tenuto conto delle istanze dei lavoratori che verranno esposte nella conferenza dei servizi tra direttori degli USR e MIUR.

Per la CUB SUR
Cosimo Scarinzi
Giulia  Bertelli

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione