Diplomati magistrale, USB: dal Miur solo i numeri. Necessario sciopero unitario

WhatsApp
Telegram

comunicato USB – Oggi al Miur si è svolto un incontro interlocutorio sulla sentenza smaccatamente politica che ha travolto i Diplomati Magistrali, docenti che lavorano da anni per lo Stato italiano alcuni dei quali già immessi in ruolo.

L’amministrazione ci ha chiarito quali sono i numeri dei docenti interessati dalla sentenza e ha rimandato a data da destinarsi la ricerca di una soluzione, dopo aver sentito il parere dell’avvocatura dello Stato.

“Abbiamo con forza sottolineato che una assenza di risposte concrete
immediate rappresenta la chiara volontà politica di rimandare alla prossima
legislatura la risoluzione di una situazione che sfiora il caos, insomma
una decisione pilatesca che è assolutamente inaccettabile” dichiara Luigi
Del Prete dell’Esecutivo nazionale scuola dell’Unione Sindacale di Base.

“Crediamo che a questo punto la mobilitazione debba essere unitaria,
attraverso una piattaforma comune del sindacalismo alternativo” conclude
Del Prete.

USB Scuola ritiene fondamentale costruire una piattaforma che sappia unire
le lotte

– degli abilitati della scuola primaria e della scuola dell’infanzia;
– dei docenti precari che protestano contro il percorso di reclutamento FIT;
– del personale ATA sfruttato, precarizzato, vessato e umiliato da una
proposta di aumento salariale vergognosa a fronte di carichi di lavoro
sempre maggiori;
– dei docenti esiliati dalla mobilità farsa sottoscritta dai sindacati
complici negli ultimi due anni;
– di tutti i docenti e di tutto il personale ATA per contrastare le oscene
e vergognose proposte liberticide che l’Aran in questi giorni sta portando
al tavolo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale.

Occorre proclamare uno sciopero unitario e alternativo che riunisca le
lotte di tutti per vincere la battaglia comune per la dignità del nostro
lavoro. Chiediamo all’Anief di ritirare lo sciopero degli scrutini che non
consente ai lavoratori di scendere in piazza insieme rendendo visibili le
lotte di tutti. Solo ritirando lo sciopero degli scrutini sarà possibile
consentire al sindacalismo alternativo di indire due giornate di sciopero
consecutivo nei primi giorni di febbraio, a cui far seguire altri due
giorni di sciopero dopo 10 giorni e così procedere a oltranza fino alle
elezioni politiche.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur