Diplomati Magistrale: un mese alla plenaria, ecco perché siamo positivi. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Salvatore La Rocca – Il C.D.S nella sentenza del 16.04.2015 si esprimeva con precise motivazioni:”…i diplomati magistrale con il titolo conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002 al momento della trasformazione da graduatorie permanenti ad esaurimento erano già in possesso del titolo abilitante.

Il fatto che tale abilitazione sia stata riconosciuta soltanto nel 2014, a seguito della pronuncia del Consiglio di Stato, non può impedire che tale riconoscimento abbia effetti ai fini dell’inserimento nelle citate graduatorie riservate ai docenti abilitati in quanto tali (…).In tal senso, i criteri fissati dal decreto ministeriale n. 235/2014, nella parte in cui hanno precluso ai docenti muniti del diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, l’inserimento nelle graduatorie provinciali permanenti ora ad esaurimento, sono illegittimi e vanno annullati».

Nulla di tutto ciò è invece avvenuto, venendo a determinarsi una evidente violazione da parte del MIUR del giudicato formatosi sulla decisione di annullamento parziale del D.M. 1 aprile 2014 n. 235. Come noto, infatti, costituisce un principio giurisprudenziale tradizionalmente acquisito che la decisione giurisdizionale di annullamento di un provvedimento amministrativo,acquista efficacia “erga omnes” solo nei casi in cui gli atti impugnati siano a contenuto generale inscindibile, ovvero a contenuto normativo, nei quali gli effetti dell’annullamento non sono circoscrivibili ai soli ricorrenti, essendosi in presenza di un atto sostanzialmente e strutturalmente unitario, il quale non può esistere per taluni e non esistere per altri.

Diversamente opinando, si verrebbe a concretizzare una patente violazione dei fondamentali principi di ragionevolezza, eguaglianza, imparzialità, trasparenza e parità di trattamento, dal momento che si opererebbe un’ingiusta discriminazione tra soggetti che hanno medesimo titolo di studio. Ne deriva che la platea dei soggetti ammessi all’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, illegittimamente esclusi dall’Amministrazione , non può che estendersi a tutti i soggetti in possesso del requisito, ossia il conseguimento del diploma magistrale entro l’a.s. 2001/2002.

Versione stampabile
anief
soloformazione