Diplomati magistrale, si va verso la riconferma delle supplenze di quest’anno?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ieri il Miur ha pubblicato il decreto di aggiornamento annuale delle Graduatorie ad esaurimento e le operazioni possibili sono sempre le solite,

ossia lo scioglimento della riserva per chi dopo l’iscrizione ha conseguito il titolo, la comunicazione del titolo di riserva legge 68/99 e lo scioglimento della riserva per il titolo di sostegno.

Il decreto smentisce la nota illustrata ai sindacati dal Ministero guidato dalla Fedeli

Tale nota era stata illustrata lo scorso 23 maggio ai sindacati firmatari del contratto scuola, convocati al Miur per un incontro sulle assegnazioni provvisorie del personale di ruolo nell’a.s. 2018/19.

Secondo quanto illustrato, il Ministero prevedeva di inserire nell’annuale decreto di aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento anche la possibilità per i docenti di ruolo diplomati magistrale assunti con riserva in attesa della decisione della Plenaria, arrivata il 20 dicembre 2017, di potersi inserire in II fascia delle graduatorie di istituto per poter partecipare alle supplenze (possibilità che non era stata data lo scorso anno in occasione dell’aggiornamento triennale 2017/20 delle graduatorie). Ne avevamo parlato in questo articolo

Diplomati magistrale: decreto per inserimento in II fascia graduatorie di istituto e nota Miur agli Uffici Scolastici

Dunque, il Ministero Bussetti non segue la linea tracciata dal Ministero Fedeli.

Questa decisione potrebbe – il condizionale è d’obbligo – essere legata all’anticipazione fornita martedì 19 giugno da Italia Oggi su un possibile decreto legge per risolvere la questione diplomati magistrale e laureati in Scienze della formazione primaria.

In esso sembrerebbe essere contenuta una formula in grado di neutralizzare gli effetti delle sentenze di merito che arriveranno nel mese di luglio per gli interessati inseriti nelle GaE con riserva, ossia la possibilità di assicurare la continuità didattica mantenendo sugli stessi posti i docenti assunti quest’anno. Naturalmente i docenti di ruolo si ritroverebbero con la supplenza. Scrive infatti Italia Oggi “Per l’11 luglio è atteso un pacchetto sostanzioso di sentenze, ma per quella data l’intervento dovrebbe già essere in campo con una norma ponte per la conferma sui relativi posti degli interessati.”

Naturalmente la norma sarebbe transitoria, in attesa dell’espletamento del concorso con prova selettiva per l’accesso ad un anno di Fit.

Un’altra ipotesi è quella per la quale si vuole ancora attendere di avere il provvedimento pronto in tutti i suoi aspetti, prima di far presentare le domande per la seconda fascia.

Tutte ipotesi, in quanto il Ministro ha delineato solo due punti fermi: non ci sarà una sanatoria e la sentenza della Plenaria sarà rispettata. Diplomati magistrale. Bussetti: no a sanatoria, lavoriamo per soluzione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione