Diplomati magistrale, Precarie Storiche GaE: supplenze anche a chi non ha titolo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Rachele Grassi – Comitato Precarie Storiche GaE Infanzia Viterbo – Il Comitato Precarie Storiche GaE Infanzia Viterbo ci tiene a portare alla vostra attenzione il paradosso in cui ci apprestiamo ad affrontare gli incarichi annuali per il prossimo anno scolastico.

Nella convocazione del 5 settembre 2018 del ATP di VITERBO, infatti, leggiamo che sono convocati “tutti i docenti in GaE TD”. La dicitura c’insospettisce non poco, poiché, così stanti le cose, è immediatamente palese che potranno essere destinatari di incarichi e supplenze anche coloro che NON hanno decreto, ordinanza o sentenza di ottemperanza. Chiediamo immediate spiegazioni al provveditorato (che non ci degna di una risposta) e ai sindacati. La maggior parte cade dalle nuvole, ma qualcuno c’invita a fare attenzione alla lettura della convocazione in cui troviamo: “Si richiamano, infine, tutte le disposizioni di cui al D.M. 13 giugno 2007, n. 131 ed alla Nota MIUR prot. 37856 del 28 agosto 2018”. Armate di santa pazienza e di competenze burocratiche delle quali ormai abbiamo dovuto farci carico, leggiamo la nota, nella parte specifica relativa alla questione Diplomate Magistrali.

Situazione assurda, che stride in maniera sonante con la nota ministeriale dello scorso anno (a.s 2017/2018) in cui era stata fatta, e applicata, la doverosa specifica:

Com’è possibile e tollerabile una tale ingiustizia? Perché si continua a calpestare la sentenza della Plenaria del Consiglio di Stato? Sulla base di quale diritto ricevuto ora anche chi è SENZA decreto di ottemperanza, quindi SENZA sentenza di giudice favorevole al proprio ricorso, può ottenere incarichi e supplenze?

La normativa è lacunosa, le autorità competenti sono assenti, i sindacati non vigilano ed è guerra aperta tra precarie. Signore e signori, buon inizio di anno scolastico.

Versione stampabile
anief
soloformazione