Diplomati magistrale: parere Avvocatura slitta, i risultati dello sciopero

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Atteso per ieri, il parere dell’Avvocatura dello Stato sulla sentenza dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato del 20 dicembre 2017, non c’è stato o comunque non è stato reso noto. Ieri si è svolta però una importante manifestazione, che potrebbe aver dato importanti risultati.

Il sindacato Anief tramite una delegazione ha incontrato i Dirigenti del Miur, ai quali sono state avanzate due richieste:

mantenere fermi tutti gli inserimenti in GAE in attesa della pronuncia della Cassazione sul ricorso contro la decisione della Plenaria o, comunque, fintanto che il Parlamento non troverà una soluzione normativa soddisfacente.
salvaguardare tutte le immissioni in ruolo con riserva accogliendo il parere pro veritate del presidente emerito della Cassazione De Luca, già trasmesso da ANIEF all’avvocatura dello Stato. Leggi il parere

Va anche detto che ANIEF depositerà apposita denuncia presso la Corte europea dei diritti dell’uomo.

Nella stessa giornata il Presidente Anief Marcello Pacifico è stato ricevuto in Parlamento dalle forze politiche e ad essi è stata chiesto un provvedimento legislativo che porti alla riapertura delle GaE per i docenti abilitati.

I diplomati magistrale non abbasseranno la guardia, il 30 giugno si avvicina e ancora una volta lo scadere dei contratti coincide con un vuoto normativo (i concorsi in partenza riguardano solo la scuola secondaria), che potrebbe precludere ad un inizio di anno scolastico non ordinato se non si trova una soluzione saggia, che coinvolga tutti gli insegnanti interessati dalla sentenza.

Diploma magistrale, Anief al Miur: attendiamo parere Cassazione su annullamento sentenza Plenaria

Il resoconto COBAS  Diplomati magistrale. COBAS: il Governo vari un decreto per risolvere subito la questione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare