Diplomati magistrale, oggi manifestano anche i genitori: “non vogliamo perdere la nostra maestra”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Coordinamento Nazionale Genitori – In data odierna, con sveglia all’alba i nostri maestri Docenti Magistrali si stanno recando a Roma per raggiungere i colleghi in presidio permanente e in sciopero della fame a Roma.

Sciopero della fame, azione estrema, dopo mesi di lotta e di non risposta da parte degli organi competenti.

Siamo decisamente affranti nel vedere come uni Stato di diritto quale è il nostro paese, possa permettere tutto ciò. Siamo seriamente preoccupati per la continuità didattica dei nostri figli nonché della loro serenità. Abbiamo dovuto spiegare loro cosa significhi scioperare e la motivazione che ci spinge a farlo. Infatti anche noi oggi con i nostri bambini sciopereremo.

Non possiamo non considerare la reazione dei nostri figli all’accenno che a causa di una “legge” (Sentenza del 20 dicembre), avrebbero perso la loro maestra. I genitori del Coordinamento Nazionale fanno sentire nuovamente la loro voce supportando i maestri Docenti Magistrali in sciopero della fame da giorni. La nostra portavoce Anna Patricia Volpi, mamma e docente (5 maggio con sentenza passata in giudicato) è in sciopero della fame da lunedì 30 aprile e oggi sarà a Roma per far sentire anche la nostra voce. È incomprensibile che uno Stato obblighi i propri docenti magistrali ad attuare azioni estreme come queste per veder garantiti i propri diritti.

Oggi saremo al fianco dei nostri maestri Docenti Magistrali, saremo a Roma alla manifestazione organizzata davanti al Miur, a Padova per la manifestazione in Piazza Antenore alle ore 9.30 e altre città d‘Italia per altre manifestazioni collaterali.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione