Diplomati magistrale: non voteremo più PD, fino a quando non sarà riconosciuto diritto ad inserimento in GaE

WhatsApp
Telegram

comunicato inviato da Gioia Liberato – La rottura tra il Partito Democratico e il corpo docente italiano sta assumendo proporzioni sempre piu' drammatiche ed insanabili.

comunicato inviato da Gioia Liberato – La rottura tra il Partito Democratico e il corpo docente italiano sta assumendo proporzioni sempre piu' drammatiche ed insanabili.

Il Comitato per l'Inserimento dei diplomati magistrale abilitante in GAE, fondato dal giovane Liberato Gioia, alza i toni della protesta e si rivolge direttamente al Partito Democratico. In una lettera e tramite i social network, i membri del Comitato richiedono l'inserimento immediato nelle Graduatorie ad Esaurimento, attraverso un intervento legislativo, che possa restituire il senso della giustizia e della buona politica.

Inoltre, nel testo epistolare, i diplomati abilitati con il diploma magistrale non nascondono la loro rabbia e lo sdegno, per la grave ingiustizia, che a loro parere, stanno subendo. Tutti insieme, coinvolgendo le loro famiglie e amici, si legge nella lettera,
manifestano la ferma volontà di non votare piu' il Partito Democratico. Una decisione,che proviene da una platea di elettori molto numerosa, che il maggior Partito della sinistra italiana non puo' ignorare, anche alla luce delle prossime elezioni locali ma anche nazionali future. E' molto probabile che altri Partiti riusciranno ad intercettare questi voti ed il rischio è concreto!. Il comitato auspica un intervento al piu' presto ed è in attesa di risposte esaustive!…

OGGETTO: NON VOTEREMO PIU' PD, FINO A QUANDO NON RICONOSCERETE I NOSTRI DIRITTI!!

Gentili esponenti del Partito Democratico,

vi scrivo come membro del COMITATO PER L'INSERIMENTO DEI DIPLOMATI MAGISTRALE ABILITANTE IN GAE (GRADUATORIE AD ESAURIMENTO), fondato sul social network Facebook. Il comitato nasce dalla forte esigenza di far rispettare un nostro diritto professionale e lavorativo, ma anche umano.

Un diritto, che le istituzioni e la politica non vogliono riconoscere, sfidando persino la logica e il buon senso. Il diploma magistrale, conseguito entro l'anno scolastico 2001/2002 e' a tutti gli effetti di legge un titolo ABILITANTE per insegnare. Pertanto non riusciamo a comprendere perche' in tutti questi anni, i vari governi che si sono succeduti, non ci hanno permesso l'inserimento nelle GAE (graduatorie ad esaurimento, in precedenza chiamate 'permanenti'), relegandoci in altre graduatorie e declassando il nostro titolo.Molti di noi, per anni, sono stati utilizzati dal Miur per sopperire alla mancanza di organico, attraverso l'incarico di supplenze nelle parti piu' svariate d'Italia, ad altri invece è stata addirittura sempre preclusa la possibilità di lavorare, perche' magari inseriti in graduatorie d'istituto in province sature di aspiranti.

Dopo tanti ricorsi e battaglie nei Tribunali, la magistratura ci sta dando ragione, riconoscendo ancora una volta il VALORE ABILITANTE DEL DIPLOMA MAGISTRALE (numerose sentenze di Giudici del Lavoro, Consiglio di Stato, Tar).Il problema ancor piu' grave consiste nel fatto che anche il VOSTRO governo,si rifiuta di riconoscere il nostro inserimento nelle GAE,che ci spetterebbe di DIRITTO, escludendoci in tal modo anche dalla possibilità di poter aderire al Piano Straordinario di
Assunzioni.

Ci viene richiesto di partecipare al prossimo concorso, per sperare in un'assunzione: decisione illogica, dato che siamo gia' in possesso del titolo riconosciuto!.Molti di noi hanno avviato ricorsi legali tramite i sindacati, che svolgono un ottimo lavoro. Crediamo però sia ingiusto e triste, dover ricorrere sempre nei tribunali, per far valere un nostro diritto, pienamente riconosciuto dalla Magistratura e dalle Leggi.

Il MIUR sta compiendo una grave inadempienza nei nostri confronti, limitando l'inserimento nelle GAE solo ai diplomati , che abbiano sentenza favorevole da parte di un giudice. L'inserimento deve avvenire per TUTTI, per chiunque abbia il titolo abilitante (conseguito entro il 2001-2002), al di la' di chi abbia lavorato e chi non, di chi abbia intrapreso ricorso e chi non. Il servizio svolto nelle scuole verra' valutato, giustamente, per la posizione in graduatoria. Difatti, escludere chi non ha lavorato ma ha il titolo, costituirebbe un'ennesima discriminazione.

Siamo decisi piu' che mai a far sentire la nostra voce, lottare democraticamente e civilmente per ottenere cio' che ci spetta, attraverso il coinvolgimento massiccio dei mass-media e delle istituzioni preposte. Siamo stanchi, delusi, arrabbiati! Ci sentiamo
traditi dal Partito Democratico, che ritenevamo un Partito di Sinistra, vicino alla gente ed ispirato ai prìncipi di legalità e giustizia, nel quale avevamo riposto tanta fiducia.

Allo stato delle cose, NOI PERSONALMENTE, LE NOSTRE FAMIGLIE E AMICI NON VOTEREMO PIU'IL PD E I SUOI CANDIDATI, che ha perso i valori di un tempo e la capacità di ascoltare e rappresentare.

Nel frattempo, abbiamo presentato in particolare una lettera/esposto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (che le potremmo inviare su richiesta) e un'interrogazione al Parlamento Europeo, per metterli a corrente della grave situazione e richiedere un intervento immediato.

Siamo disposti ad un incontro a Roma attraverso alcuni nostri delegati, per confrontarci democraticamente e risolvere insieme tale situazione. Non accettiamo pero' prese in giro politiche, siamo esausti e non ci fermeremo! Faremo sapere all'Europa intera quello che ci sta succedendo! Siamo esasperati ma fermamente convinti e consapevoli dei nostri diritti!

Mettete fine a questa triste e scandalosa vicenda, tutta italiana: basterebbe un decreto!.

Distinti saluti

Un membro del Comitato per l'inserimento dei diplomati magistrale abilitante in GAE (graduatorie ad esaurimento).

LIBERATO GIOIA (fondatore e rappresentante del Comitato)

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro