Diplomati magistrale, no licenziamento di massa. Malpezzi (PD): finiranno anno scolastico, nessuno abbandonato al suo destino

Stampa

L’On. Malpezzi (PD), della VII Commissione Istruzione, conferma quanto già anticipato dalla nostra redazione.

Non è all’orizzonte un licenziamento di massa al rientro dalle vacanze natalizie. Come abbiamo già spiegato la sorte di ciascuno dei ricorrenti sarà legata al proprio ricorso e solo il giudizio finale del giudice al quale ci si è rivolti decreterà il depennamento dalle GaE.

Fino a quel momento rimane valido l’inserimento con riserva e l’eventuale stipula di contratti.

Inoltre, anche se i pronunciamenti del giudice avverranno nel corso dell’anno scolastico, non ci saranno “balletti di supplenze”, ma le docenti interessate rimarranno ad insegnare sul posto loro assegnato sulla base del precedente scorrimento della graduatoria.

Queste le parole dell’On. Malpezzi “Ognuno di questi 6 mila docenti finirà l’anno scolastico, nel frattempo, il MIUR (a gennaio) incontrerà tutte le parti coinvolte per trovare una strada che faccia ordine in questo ginepraio che non abbiamo creato di sicuro noi. Ma noi abbiamo già dimostrato di avere il coraggio di affrontare i problemi. Nessuno sarà abbandonato al suo destino così.”

Nel frattempo si fanno sentire anche i colleghi laureati in Scienze della formazione primaria, interessati da questa sentenza in quanto per il loro titolo l’inserimento in Graduatoria ad esaurimento è stato possibile solo fino all’a.a. 2007/08 (con la riapertura in IV fascia del 2012

per i docenti che negli anni 2008/09, 2009/10 e 2010/11 hanno conseguito l’abilitazione). ”

NESSUNO VERRA’ LICENZIATO, ma tutti i docenti abilitati laureati e/o diplomati magistrali si ritroveranno di nuovo insieme nelle graduatorie di seconda fascia, ciò permetterà al futuro governo di organizzare in serenità un sistema di reclutamento snello ed attinente alle nuove normative che impongono sempre più alti standard di formazione e selezione dei propri docenti.”

Diplomati magistrale. Dal Corriere “Miur: insegnanti rimarranno in cattedra fino alla fine dell’anno scolastico”

Stampa

Concorso STEM Orale e TFA Sostegno? Preparati con CFIScuola