Diplomati magistrale. Marzana: M5S ha idee chiare, non possono esserci due pesi e due misure sul diritto alla GaE

Stampa

Uno degli aspetti più controversi della vicenda diplomati magistrale in GaE riguarda il destino differente dei docenti che hanno ottenuto dal Consiglio di Stato il via libera all’inserimento a pieno titolo nelle GaE (circa 2.300 docenti con sentenza passata in giudicato) e coloro invece che dallo stesso Consiglio di Stato ricevono risposta negativa.

Ad affrontare la problematica il M5S, tramite Maria Marzana

“Due pesi e due misure per affrontare la questione dei # diplomati # magistrale entro il 2001/2002:

il Consiglio di Stato ha prima emesso per oltre 2.000 docenti sentenze favorevoli passate in giudicato, consentendone l’inserimento nelle graduatorie a scorrimento per il ruolo; e ora, dinnanzi alla stessa richiesta, lo stesso Consiglio di Stato in seduta plenaria, si pronuncia negativamente.

Questa iniquità va eliminata, ecco perché già nel 2015 il M5S aveva indirizzato al Miur un atto parlamentare

In esso si leggeva, nel 2015

“quali iniziative il Ministro interpellato intenda intraprendere per garantire l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento a tutti quei docenti in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002 che non abbiano fatto ricorso alla tutela giurisdizionale per vedere riconosciuto un sacrosanto diritto già ampiamente confermato.”

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese