Diplomati magistrale, Malpezzi (PD): potranno continuare a fare supplenze ma per il ruolo concorso selettivo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il PD ha presentato oggi la Proposta di Legge volta a superare la problematica degli insegnanti in possesso di diploma magistrale, destinatari della sentenza dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato.

Secondo Malpezzi, il testo potrebbe essere adatto anche ad essere approvato per Decreto con una tempistica che gioca a favore di questa soluzione.

L’iniziativa presentata oggi nella sala Nassirya di Palazzo Madama si basa su due pilastri :  il potenziamento della scuola dell’infanzia e di quella primaria con assunzioni (ne sono state ipotizzate 6250 all’anno per i prossimi tre anni) e il riordino della situazione attuale, attraverso l’istituzione di Graduatorie di Merito Regionali o Provinciali (GMR) , alle quali possano accedere previa superamento di una prova orale selettiva i laureati e i diplomati magistrali con titolo conseguito entro il 2001/2002 che abbiano svolto per almeno tre anni scolastici negli ultimi otto , non meno di centottanta giorni in ciascun anno scolastico.

Come ha spiegato la Senatrice, e come riportato dall’Ansa, “ Il nostro disegno di legge tiene conto dei 6000 diplomati magistrali della sentenza del Consiglio di Stat o, dei 50 mila diplomati magistrali che ancora aspettano il ruolo e che troverebbero una risposta all’interno di graduatorie regionali o provinciali aperte agli abilitati . Le GMR vengono utilizzate per le assunzioni a tempo indeterminato, una volta esaurite le graduatorie ad esaurimento, rispettando la quota del 50% rispetto alle Graduatorie di merito del concorso prevista dal Testo Unico della scuola. Nella fase transitoria i dm della sentenza potranno continuare a fare supplenze, sino all’assunzione in ruolo “.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione