Diplomati magistrale, Lavoratori Scuola Uniti: 12 maggio presidi, cortei e manifestazioni in diverse città

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Lavoratori Scuola Uniti – Sabato sarà una giornata di mobilitazione nazionale delle maestre e dei maestri diplomati magistrali. Se il governo non interverrà con un apposito decreto la sorte di decine di migliaia di diplomati magistrali sarà inevitabilmente il licenziamento di massa. Ecco l’effetto della vergognosa sentenza del Consiglio di Stato! Una sentenza funzionale a far risparmiare allo Stato decine di miliardi sulla pelle delle maestre e dei maestri: miliardi destinati probabilmente a finire nelle tasche di ricchi banchieri miliardari (si pensi alla recente vicenda del Monte dei Paschi).

Non accetteremo questa vergogna! I Lavoratori Scuola Uniti – un comitato nazionale che riunisce i coordinamenti di diplomati magistrali di 7 regioni – promuove sabato 12 maggio iniziative in diverse città. Sono in programma flash mobs, presidi, cortei e manifestazioni a Torino (lato palazzo Reale ore 11), Bologna (flash mob sotto le due Torri, piazza di porta Ravegnana ore 10), Pistoia (corteo ore 16-18.30 da via Mabellini a piazza Duomo), Como (Tempio Voltiano, ore 10.30), Verona (piazza Bra di fronte all’Arena ore 16).
Si sta anche preparando un nuovo sciopero per la fine di maggio.
Nel frattempo apprendiamo che continua lo sciopero della fame delle maestre in presidio permanente al Miur: alcune delegazioni dei Lavoratori Scuola Uniti si recheranno nei prossimi giorni a Roma per portare loro solidarietà.

La mobilitazione non si fermerà finché i diplomati magistrali non otterranno quello che chiedono: un decreto che garantisca lavoro e dignità. Basta precarietà! No al licenziamento di massa! No allo smantellamento della scuola pubblica!

Lavoratori Scuola Uniti

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione