Diplomati magistrale in GaE: Uffici Scolastici non applicano note Miur. A Torino blocco nomine, a Milano primi risultati positivi

di Salvatore Cuomo

item-thumbnail

Avevamo chiesto ai nostri lettori di segnalare quali Uffici Scolastici resistono all’applicazione della nota Miur del febbraio 2015 e dell’annuale circolare sulle supplenze per l’assegnazione di incarichi a tempo indeterminato e determinato.

Cobas Torino – L’AT di Torino, non prende in considerazione una sentenza cautelare del TAR del 13/08/2016 e non inserisce le insegnanti che hanno fatto ricorso con i Cobas Scuola nelle Graduatorie ad esaurimento.

A causa di tutto ciò, le stesse rischiano il sacrosanto diritto (riconosciuto a tutti gli altri) di entrare in ruolo.

Domattina alle ore 8,00 saremo davanti il Provveditorato a far sentire la nostra voce e far rispettare la legge. Siamo disposti a tutto….
Pino Iaria

Brescia

Gentile redazione, mi trovo costretta a segnalarvi una situazione assurda che nella provincia di Brescia stiamo subendo. Infatti, pur potendo vantare un titolo abilitante, anni ed anni di servizio nella scuola primaria, un’ordinanza cautelare ed un decreto monocratico di ottemperanza alla stessa, l’ufficio scolastico di Brescia si rifiuta di inserirci correttamente, attribuendoci punti zero e permettendo così ai più fortunati di scavalcarci ( con pochissimi punti) ed essere convocati per gli incarichi annuali. Ieri a Milano sono state bloccate le convocazioni per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria e sembra che le cattive maniere abbiano portato ad un cambiamento di rotta per tutti gli uffici scolastici della regione Lombardia, tranne che per Brescia. È ormai un anno che, con sacrificio e senza perdere la speranza, stiamo dietro a ricorsi e paghiamo avvocati, continuando a svolgere il nostro lavoro con la passione di sempre, ma capirete il nostro stato d’animo dinanzi ad uno scempio del genere.  A cosa possiamo aggrapparci se non alla giustizia? E se nemmeno questa ci permette di occupare un posto di lavoro che ci siamo sudate, cosa ci rimane? Il mio messaggio ha come unico scopo quello di portare alla luce questa situazione. Molti di noi hanno famiglia e figli e, come sa, a loro non possiamo spiegare in che mondo viviamo e disilluderli così presto.
Cancarè Chiara e tutte le insegnanti bistratte di Brescia”

Latina

Il CSA di Latina ad oggi ancora non inserisce in GAE i diplomati magistrali, con tanto di decreto monocratico.

Potenza

L’Ufficio Scolastico di Potenza pur avendo provveduto all’inserimento in GAE dei diplomati magistrale, continua a negare il diritto a stipulare contratti motivando tale decisione che la nota del MIUR N° 0024306.01-09-2016 fa riferimento alle decisioni del CDS e non ai provvedimenti espressi dal TAR, interpretando così un differente orientamendo come un atto dovuto, rispetto agli altri Uffici Scolastici, anche per il cospicuo numero di docenti inseriti in GAE.

Cioè, mi hanno spiegato che l’unico motivo per il quale alcuni Uffici Scolastici hanno dato incarichi riguarda quelle province che hanno un numero esiguo di docenti iscritti in GAE, pertanto non si pongono il problema di dare incarichi più “facilmente”.

 

Mantova

Gentile redazione anche i diplomati magistrali inseriti con riserva che non hanno ancora ottenuto l’otemperanza sono stati lasciati fuori dalle convocazioni per il ruolo e per i contratti a tempo determinato nella provincia di mantova

Roma

Anche ATP ROMA e Provincia non prende in considerazione l’ordinanza del TAR ROMA n. 04605/2016 del 02/08/2016. Nelle GaE definitive (Infanzia e Primaria) del 30/08/2016 non siamo stati inseriti.

Terni 

A giugno 2016 il Consiglio di Stato ha accolto la domanda di 61 docenti inserendoli
nelle Gae con riserva, ossia fino ad una sentenza definitiva di merito. L’Ufficio di
Terni si rifiuta di considerare i docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento
con riserva ai fini della stipulazione di contratti.

Buone notizie invece per Milano. Ce le comunica il Coordinamento lavoratori della scuola “3 ottobre”

Dopo una lunga discussione la Dott.ssa Volta ha riconosciuto come valide le istanze dei lavoratori e ha comunicato che provvederà a inoltrare all’ufficio provinciale la direttiva che prevede l’assunzione a tempo determinato e indeterminato per i docenti inseriti in Gae con cautelare

Varese  “Volevo informare Il Coordinamento Lavoratori della scuola “3 Ottobre”, che anche l’ufficio scolastico di Varesesta procedendo con le immissioni in ruolo solo di coloro che, oltre ad avere una ordinanza cautelare, hanno presentato anche un decreto di ottemperanza.”

Vibo Valentia

Anche l’AT di Vibo Valentia si rifiuta di far entrare in Gae i diplomati magistrale con sentenza Tar del 02/08/ 2016.

Catanzaro

Anche a Catanzaro l’ATP considera la cautelare con inserimento con riserva non avente diritto alle nomine a t.i.

Per altre comunicazioni [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione