Diplomati magistrale in GaE, oggi si decide. Quando si conoscerà l’esito

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Oggi l’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato si esprimerà nuovamente sul diritto o meno dei docenti con diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 all’inserimento nelle Graduatorie ad esaurimento. 

Il Consiglio di Stato si era già espresso negativamente lo scorso anno. In conseguenza di ciò, stanno arrivando le sentenze negative per i docenti finora inseriti con riserva nelle GaE o assunti in ruolo, sempre con riserva.

Il Miur ha bandito il concorso straordinario con DDg n. 1456 del 7 novembre 2018, che sta prendendo avvio in alcune regioni e che teoricamente dovrebbe produrre le Graduatorie regionali entro il 30 luglio 2019.

Si è in attesa del concorso ordinario per circa 10.000 posti tra comuni e sostegno, al quale si potrà accedere solo con il titolo (diploma magistrale entro a.s. 2001/02 o laurea in Scienze della formazione primaria), indipendentemente dal servizio svolto. Il concorso sarà bandito solo nelle regioni in cui le graduatorie del concorso 2016 sono esaurite o per le quali si prevede lo svuotamento nei due anni di vigenza delle nuove graduatorie.

Fermo restando che il concorso andrà comunque avanti, la decisione dei giudici avrà un fortissimo impatto sulle Graduatorie ad esaurimento.

In caso di esito negativo infatti le sentenze andranno avanti e le GaE saranno limitate a coloro che sono inseriti a pieno titolo.

Nel caso di esito positivo il Miur si troverà invece di fronte ad una platea molto ampia di aspiranti in attesa di essere inseriti.

Ricordiamo che le Graduatorie ad esaurimento sono utilizzate per il 50% dei ruoli(l’altro 50% va ai concorsi) e per le supplenze fino al 31 agosto o 30 giugno.

Nel 2019 è atteso l’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento, con relativo aggiornamento dei punteggi e cambio provincia per i docenti già inseriti, con o senza riserva.

Quando si potrà conoscere l’esito

A parte le impressioni a caldo da parte degli avvocati, bisognerà attendere qualche settimana per avere l’esito della decisione. In occasione del primo pronunciamento, l’udienza si era svolta il 15 novembre e l’esito è stato pubblicato il 20 dicembre. Si ritiene che, per l’interesse anche dal punto di vista sociale e per l’altissimo numero di docenti interessati, la decisione non tarderà ad essere pubblicata nuovamente entro questi tempi.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione