Diplomati magistrale in GaE: apertura dell’Ufficio Scolastico di Roma. No reclami per punteggi mobilità. Resoconto incontro

Stampa

Ieri, 5settembre 2016, dalle ore 15.00, CUB ROMA SCUOLA LAZIO, COORDINAMENTO NAZIONALE DIPLOMA MAGISTRALE E SGB SCUOLA ROMA, hanno manifestato davanti al provveditorato di Roma per protestare contro:

– i gravi errori commessi dall’ufficio regionale a danno degli insegnanti destinatari di sentenza cautelare che li inserisce in Graduatoria ad Esaurimento;

– contro il graduale smantellamento della III fascia delle graduatorie di istituto;
– contro i tagli agli organici dei docenti e del personale ATA.;
– contro il mancato adeguamento dell’organico di fatto;
– la richiesta di chiarimenti sulla grande mole di errori nelle pratiche per la mobilità del personale docente e sulla linea che verrà seguita per l’assegnazione dei posti sul sostegno cosi come sui contratti al 31 agosto per i lavoratori sui posti vacanti, ATA e docenti.

Le delegate sindacali CUB e SGB sono state ricevute dalla dirigente Dottoressa R. Spallino. L’incontro, durante il quale sono state spiegate tutte le problematiche di cui siamo a conoscenza, della durata di circa un’ora ha affrontato capillarmente tutti i punti del nostro programma, trovando per alcuni punti un’apertura da parte dell’Amministrazione su ciò che concerne le conseguenze dei contenziosi legali che hanno dato, già, ragione a tante colleghe e invece sulle questioni riguardanti le scelte dell’ufficio di non raccogliere e vagliare neppure i reclami dei docenti sui tantissimi errori dei punteggi per la mobilità o le richieste su come l’ufficio dai fa interprete verso il MIUR della grave situazione creata dai 15 mila posti di lavoro tagliati e il grande aumento di studenti, oltre 23 mila, dal 2008, abbiamo trovato una totale chiusura o scarico di responsabilità.

Riteniamo che l’esito dell’incontro non sia soddisfacente sotto il punto di vista delle questioni relative agli organici di fatto, alle conciliazioni per la scuola secondaria, alla questione ATA, per questo abbiamo deciso sentiti i presenti di contattare organizzazioni e gruppi di insegnati, genitori e studenti e darci di nuovo appuntamento per l’inizio dell’ a.s. in Via Pianciani.

Centinaia di docenti ieri per ore hanno atteso invano un incontro con la dirigente che non hanno avuto, e solo in alcuni casi fortunati sono riusciti a parlare con gli addetti ai vari uffici scuola, questo ha creato non pochi malcontenti, situazioni di sicurezza ai limiti della Legge, e ulteriore aggravio per il lavoro di quegli uffici già provati dai tagli al personale perpetrati negli anni dal MIUR. E’ il momento di dire basta a queste situazioni al limite della follia e di costruire un confronto che possa portare alla serenità delle famiglie, degli alunni e degli operatori scolastici tutti compresi, e perché no anche dei Dirigenti USP.

Cub Scuola Roma
SGB Scuola Roma

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese