Diplomati magistrale, il 13 giugno disegno legge del PD: concorso con prova selettiva e piano assunzioni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Mercoledì 13 giugno sarà presentato alle ore 14 in Senato il disegno di legge sulle “Disposizioni in materia di contrasto alla povertà educativa e di reclutamento per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria” messo a punto dal Partito Democratico.

Il disegno di legge – spiega la senatrice – si propone di potenziare la scuola dell’infanzia e la scuola primaria, con un piano di assunzioni e regole di reclutamento in grado di risolvere il problema dei diplomati magistrali e di garantire i diritti di tutti gli insegnanti coinvolti.

Cosa prevede il Disegno di legge

Il testo definitivo potrà essere noto solo il 13 giugno, ma già lo scorso mese la stessa Sen. Malpezzi aveva fornito delle anticipazoini.

1. UN PIANO DI ASSUNZIONI TRIENNALE per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria.

2. Naturalmente si procederà alle assunzioni al 50% dalle GAE e al 50% dalle GM

3. Ai fini di stabilizzare il personale ed assicurare la continuità didattica, anche in relazione a quanto espresso dalla sentenza del CdS vengono istituite Graduatorie di Merito Regionali (GMR) sia per la scuola dell’infanzia che per la scuola primaria. Alle GMR accedono, dopo il superamento di una prova orale selettiva, i laureati in scienze della formazione primaria e i diplomati magistrali con titolo conseguito entro il 2001/2002 che abbiano svolto almeno tre anni di servizio negli ultimi otto anni scolastici.
Gli aspiranti che abbiano superato la prova orale vengono collocati in graduatoria a seguito di valutazione dei titoli posseduti e del punteggio ottenuto nello svolgimento della prova orale, tenendo conto dei seguiti criteri:

– alla prova orale è riservato il 40% del punteggio complessivo attribuibile

– nella valutazione dei titoli culturali posseduti è opportunamente valorizzato il possesso della laurea in scienze della formazione primaria

4. LE GMR verranno utilizzate per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato, una volta esaurite le GAE, destinando a queste procedure di assunzione il 50% dei posti annualmente disponibili e fermo restante che l’altro 50% è destinato allo scorrimento delle Gradutorie di Merito del concorso.

I docenti assunti sono sottoposti ad un periodo di formazione e prova. L’anno di prova eventualmente superato, alla data di entrata in vigore della legge, è considerato valido ai fini dell’immissioni in ruolo a seguito di scorrimento delle GMR.

La Sen. aveva affermato di essere disponibile ad alcune modifiche del testo Diplomati magistrale. Malpezzi (PD), 36 mesi possono diventare 3 anni di 180 giorni, ma qualità insegnanti deve essere assicurata ma rimane dell’idea che non sia possibile una riapertura delle Graduatorie ad esaurimento.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione