Diplomati magistrale. Fedeli: troveremo le soluzioni più idonee

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Mentre è in atto lo sciopero delle maestre che hanno voluto far sentire la propria voce proprio nel giorno di rientro dalla pausa natalizia, il Ministro Fedeli durante un intervento a SkyTG24 vuole smorzare i toni e ribadisce “troveremo le soluzioni più idonee”.

Già nei giorni scorsi aveva parlato di “allarmismo ingiustificato” in quanto la sentenza del 20 dicembre del Consiglio di Stato non è immediatamente attuativa, per cui oggi nessuno perde il posto, ma serve a fornire la via da seguire per i prossimi pronunciamenti dei giudici.

“Abbiamo chiesto all’Avvocatura dello Stato di darci le linee attuative della sentenza del Consiglio di Stato. Appena arriverà la risposta, convocheremo le parti e troveremo le soluzioni più idonee”.

Il silenzio del Ministero è trincerato dietro l’atteso parere dell’Avvocatura dello Stato, chiamata a dire se la sentenza avrà valore retroattivo.

“Rispetto le persone che oggi sono mobilitate – ha detto Fedeli a margine di un incontro all’Istituto Agrario Emilio Sereni di Roma – ma la scelta che il Miur ha fatto immediatamente dopo la sentenza del Consiglio di Stato è stata quella di chiedere all’Avvocatura generale dello Stato la corretta interpretazione e attuazione di quella sentenza, perché se sicuramente quella sentenza parla al futuro delle sentenze che riguardano i diplomati magistrali, bisogna saper distinguere le diverse tipologie pregresse in essere. Appena l’Avvocatura dello Stato ci risponderà convocheremo le parti e troveremo le soluzioni equilibrate per i diversi interessi in campo e per le diverse situazioni in essere”.

Diplomati magistrale, Fedeli: allarmismo ingiustificato. Ricorsi non utili a scuola e docenti

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione