Concorsi infanzia e primaria, saranno due. Le differenze

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A fare la differenza tra i due concorsi che saranno banditi a breve (il primo sarà quello straordinario) sarà il servizio. Al concorso straordinario si accede infatti con un determinato requisito di servizio, mentre a quello ordinario solo con il titolo.

Vediamo in questa scheda chi può partecipare al concorso straordinario e chi al concorso ordinario.

Concorso straordinario: requisiti e articolazione

Possono partecipare al concorso straordinario i diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e i laureati in Scienze della Formazione Primaria che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni, almeno due annualità di servizio specifico, anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, presso le scuole statali.

La partecipazione al concorso, relativamente ai posti di sostegno, è consentita a coloro i quali siano in possesso dei succitati requisiti più il titolo di specializzazione (anche conseguito all’estero e riconosciuto in Italia).

Il concorso si articola in:

  • una prova orale non selettiva (massimo 30 punti);
  • valutazione titoli (massimo 70 punti).

Concorso ordinario: requisiti e articolazione

Il concorso è bandito, ai sensi  dell’articolo 400 del D.lgs. 297/94 e successive modificazioni e dell’articolo 1, comma 109 lettera b) e 110, della legge n. 107/2015, con cadenza biennale.

Possono partecipare al concorso i docenti in possesso dell’abilitazione, quindi i diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/2002 e i laureati in Scienze Formazione Primaria.

Per i posti di sostegno possono partecipare i docenti in possesso del titolo di specializzazione.

Il concorso ordinario si articola in:

  • un’eventuale prova-preselettiva;
  • una prova scritta (massimo 40 punti);
  • una prova orale (massimo 40 punti);
  • valutazione titoli (massimo 20 punti)

Per il superamento delle prove – scritta e orale – è previsto un punteggio minimo (28/40 sia per l’una che per l’altra) .

Requisito due anni di servizio

In conclusione, per i diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e i laureati in SFP la partecipazione al concorso ordinario o a quello straordinario dipende dal possesso del requisito dei due anni di servizio nella scuola statale: chi li ha maturati partecipa alla procedura straordinaria; chi non li ha maturati partecipa a quella ordinaria.

12.000 posti per il concorso straordinario

Si consideri però che i posti (probabilmente distribuiti in tutte le regioni) per il concorso straordinario saranno solo 12.000, quindi probabilmente non sufficienti per tutti i partecipanti. Leggi  Concorso straordinario infanzia e primaria, 12.000 posti. Non per tutti

Quando saranno banditi

Il decreto per l’avvio del concorso straordinario è già stato inviato in gazzetta ufficiale per la pubblicazione. Dopo la pubblicazione il Miur pubblicherà il testo del bando.

Per il concorso ordinario gli Uffici Miur stanno avviando le relative procedure autorizzatorie.

Concorso straordinario infanzia e primaria: info su decreto, servizi, posti. Consulenza

Versione stampabile
anief
soloformazione