Diplomati magistrale. Donazzan: sia la politica a dare una soluzione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Questa sentenza dimostra che serve una soluzione politica urgente”. Così l’assessore alla scuola della Regione Veneto, Elena Donazzan, commenta il nuovo pronunciamento dell’adunanza plenaria del Consiglio di Stato che ha escluso l’accesso alle graduatorie ad esaurimento per le maestre diplomate non laureate.

“L’unica via di uscita è una soluzione politica – ribadisce l’assessore– che inequivocabilmente stabilisca la titolarità di quegli insegnanti che per anni hanno insegnato nelle nostre scuole, hanno superato l’anno di prova previsto dalle normative e sono stati impiegati regolarmente nelle materie di insegnamento loro assegnate”.

Per Elena Donazzan, “il precariato nella scuola è una piaga ancor più inaccettabile oggi, visto che l’indicazione politica – dalle direttive europee in giù – è quella di stabilizzare le persone in ogni campo lavorativo”.

“La scuola – conclude – non può essere lasciata in questa condizione di incertezza e di profonda demotivazione per gli insegnanti, prima oggetto di sentenze contrastanti e ora privati di ogni prospettiva”.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione