Diplomati magistrale, CUB: svolto oggi presidio presso USR Piemonte

Stampa

Comunicato CUB SUR – Una vivace e numerosa partecipazione ha caratterizzato il presidio che oggi la Cub Scuola Università Ricerca ha tenuto di fronte all’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte.

Erano presenti insegnanti neoimmessi in ruolo direttamente a rischio di licenziamento laddove un decreto di urgenza non ne garantisca il diritto al servizio fino al 30 giugno ed insegnanti precarie. E’ però importante rilevare che partecipavano al presidio anche molte colleghe immesse in ruolo da concorso e quindi non nella stessa condizione ma che volevano manifestare concretamente la loro solidarietà alle colleghe in difficoltà.

Una delegazione delle insegnanti ha esposto alla Direzione Scolastica Regionale le nostre rivendicazioni, rivendicazioni che non hanno un carattere locale, se si considera quanto sta avvenendo in diverse regioni e in particolare in Veneto dove 500 colleghe, alle quali va la nostra solidarietà, sono già state licenziate.

Il presidio torinese quindi rivendicazioni generali, come generale continuerà ad essere la mobilitazione perché venga decretato il diritto delle colleghe immesse in ruolo quantomeno la certezza del posto di lavoro sino al 30 giugno.

La CUB SUR confida che l’ufficio Scolastico Regionale, che ha mostrato attenzione alle nostre rivendicazioni, porrà la questione al ministero e prema perché si garantiscano qualità del servizio e diritti dei lavoratori.

Il fatto che tante colleghe in un periodo estivo abbiano partecipato al presidio dimostra quanto la questione è sentita e ci conferma nella decisione di proseguire la mobilitazione, coinvolgendo le famiglie dei nostri alunni, sino ad una soluzione positiva.

Per la Cub Scuola Università Ricerca,

la Coordinatrice Provinciale di Torino

Giulia Bertelli.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia