Diplomati magistrale, Commissione cultura riunita trovare soluzione. Tuzi (M5S): assunzione straordinaria su posti vacanti. Apertura del MIUR

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La VII Commissione cultura alla Camera si è riunita in seduta straordinaria per discutere delle problematiche legate ai Diplomati Magistrale.

A darne notizia il Deputato Manuel Tuzi che parla anche di un’apertura sulla possibile tutela dei DM. “Prima di tutto – scrive – per quelli gà assunti in ruolo e che da anni svolgono attività didattica nelle nostre scuole e poi per i laureati di scienze della formazione primaria“.

Si può fare ancora tanto, – continua – avviando una fase di reclutamento per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria su tutti i posti vacanti e disponibili

Sulla questione era intervenuta oggi anche un’altra parlamentare del Movimento 5 Stelle, Bianca Laura Granato portavoce M5s al Senato, la quale ha chiesto essere contattata dalle varie categoria degli insegnanti per essere auditi.

Invita, inoltre, ad abbassare i toni della polemica, ribadendo “la neutralità del MoVimento 5 Stelle rispetto alle varie posizioni assunte dalle numerose categorie dei docenti oggi in conflitto tra loro grazie ad una legislazione schizofrenica, che ha suscitato ricorsifici, nonché sentenze di vario tipo

Pensare di incidere sulle decisioni esercitando pressioni di parte sui social – afferma – non fa altro che aumentare le guerre tra poveri e allontanarci dalla soluzione del problema che non riguarda solo il presente e il passato, come credono alcuni, ma condizionerà il futuro di molte generazioni ancora. Chi promette in questa fase all’uno o all’altro è semplicemente a caccia di facili consensi.

Se la situazione fosse semplice – conclude – avremmo già la soluzione pronta. Purtroppo non lo è e non sarebbe serio da parte nostra affrontarla con la leggerezza con cui fanno alcuni nostri avversari. La nostra porta rimane spalancata a chi volesse entrare con il rispetto dovuto a chi si offre al confronto civilmente, nel rispetto delle regole e delle posizioni di ognuno, offrendo proposte concrete e sostenibili.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione