Diplomati magistrale, anche per loro una risposta il 7 maggio. Intanto respinti i ricorsi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ci scrivono i docenti diplomati magistrale che avevano chiesto l’accesso al concorso straordinario indetto con DDG n. 1456 del 7 novembre 2018 con servizio prestato nelle scuole paritarie: respinti i ricorsi. 

Diplomati magistrale, in attesa della risposta della Cassazione, una possibile data alla quale si guarda con rinnovata speranza è quella del 7 maggio 2019.

E’ giusto un concorso solo per una categoria di docenti?

La Corte Costituzionale sarà chiamata ad esprimersi su  una particolare procedura, il concorso della scuola secondaria bandito solo per docenti abilitati con DDG del 1° febbraio 2018.

I docenti esclusi dal bando hanno promosso numerosi ricorsi.

In alcuni casi tali ricorsi sono stati accolti in via cautelare dal Consiglio di Stato che, preso atto della vastità e delle dimensioni del contenzioso ha rimesso la decisione sulla correttezza della procedura concorsuale alla Corte Costituzionale.

Diplomati magistrale: respinti i ricorsi per l’accesso con servizio nella scuola paritaria

Al momento risultano respinti i ricorsi con cui i diplomati magistrale chiedevano di partecipare al concorso straordinario indetto con DDG n. 1456 del 9 novembre 2018. La decisione della Corte Costituzionale potrebbe essere, implicitamente, un importante segnale in generale per tutti i concorsi riservati.

Governo M5S – Lega: da ora in poi solo concorsi ordinari

La legge di Bilancio 2019 ha modificato il Decreto Legislativo n. 59/2017, introducendo per tutti (abilitati, laureati, docenti con servizio), il concorso ordinario a cattedra. L’intenzione è di bandirne uno per infanzia e primaria a maggio, uno per la secondaria entro l’estate.

Nel frattempo i diplomati magistrale dovrebbero avere ricevuto più di una risposta, sia dalla Cassazione che dalla Corte Costituzionale.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione