Diplomati magistrale, 120 giorni per inserimento in graduatoria di istituto. No aumento posti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto dignità, entrato ormai in vigore, ha esteso ai diplomati magistrale la norma secondo cui le sentenze sono eseguite entro 120 giorni decorrenti dalla data di comunicazione.del provvedimento giurisdizionale al Ministero.

Diplomati magistrale, ecco il testo del decreto legge

Nella relazione illustrativa sono ben specificati i motivi che hanno condotto al succitato provvedimento.

Perché i 120 giorni

I 120 giorni per l’esecuzione delle sentenze sono necessari per:

  1. assicurare l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2018/2019 e di salvaguardare la continuità didattica nell’interesse degli alunni
  2. l’inserimento nelle graduatorie di istituto dei docenti destinatari di sentenze che non hanno avanzato in precedenza domanda di inserimento nella seconda fascia di istituto.

Nella relazione non si fa cenno all’altra motivazione di cui ha parlato anche il Ministro Bussetti, ossia dare al Parlamento la possibilità di trovare una soluzione legislativa al problema.

Nessun incremento dell’organico

Nella relazione illustrativa si sottolinea quanto segue:

In particolare, rimangono immutati i limiti all’organico dei docenti, posti dall’articolo 1, comma 201, della legge n. 107 del 2015, nonché le vigenti facoltà assunzionali, che la medesima legge fissa in misura pari alla copertura di tutti i posti vacanti e disponibili, autorizzati per la relativa copertura; la norma non può comportare la stipulazione di contratti di lavoro in esubero rispetto all’organico, poiché su ciascun posto sarà comunque possibile la nomina di un solo docente.

Nessuna soluzione, dunque, può prevedere un incremento di posti già definito dalla legge n. 107/2015.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione