Infanzia e primaria: in ruolo tramite concorso, scuola non è ammortizzatore sociale. Manifestazione a Roma il 24 febbraio, chi partecipa

Stampa

Comunicato – Difendere la qualità dell’insegnamento a scuola, affinché sia garantito a ciascun bambino il diritto ad avere in classe docenti selezionati e competenti.

Con questo unico ambizioso obiettivo laureati e studenti in Scienze della Formazione Primaria, docenti vincitori di concorso 2016 e docenti iscritti nelle graduatorie ad esaurimento di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, si ritroveranno a Roma il 24 febbraio 2018 per una grande manifestazione nazionale a sostegno della meritocrazia a scuola.

Il corteo avrà inizio da Piazza dei Cinquecento alle ore 10 e proseguirà fino all’  Avr Auditorium Via Rieti, 13   ( https://g.co/kgs/brSfgB ‘ ) dove, dalle ore 11.00, si terrà un convegno nel quale interverranno insegnanti, docenti universitari, personalità politiche, tecnici del MIUR e sindacati.

Sostenere la formazione e la selezione è fondamentale a seguito dei nuovi scenari aperti dalla sentenza del Consiglio di Stato, con la quale è stato negato ai diplomati magistrali ante 2002 l’ingresso nelle graduatorie ad esaurimento.

I docenti hanno scelto di unire le loro voci per ricordare alla politica che la scuola non è, e non può diventare, un ammortizzatore sociale e che l’accesso al pubblico impiego deve avvenire mediante superamento di un concorso, come recita l’articolo 97 della Costituzione.

Comitato tutela docenti precari Gae infanzia e primaria

Coordinamento Nazionale Scienze della Formazione Primaria Nuovo Ordinamento

Coordinamento Nazionale Docenti Gae

Coordinamento Nazionale Vincitori Concorso 2016

Comitato Nazionale Docenti iscritti in GAE

Stampa

Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un innovativo ciclo formativo per acquisire le competenze specifiche