Diplomate magistrali licenziate in Veneto, Donazzan: disattese promesse soluzione politica

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Maestre licenziate in Veneto: interviene a loro difesa l’Assessore all’Istruzione Elena Donazzan.

Maestre licenziate

In Veneto centinaia di maestre, come riferisce Askanews, sono state licenziate, in quanto destinatarie di sentenze di merito negative, che si sono conformate ai pronunciamenti dell’adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, in base ai quali il diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 non è titolo d’accesso alle GaE. Pertanto, le maestre assunte in ruolo con riserva dalla predette graduatorie sono state licenziate (si attendono nel corso dell’anno diverse altre sentenze).

Donazzan amareggiata e stupita

L’Assessore all’Istruzione della regione Veneto, Elena Donazza, è intervenuta a sostegno della maestre:

“Amareggia e stupisce – afferma la titolare delle politiche reginali per l’istruzione – che questo governo si sia dimenticato dei propri insegnanti diplomati magistrali che non hanno nemmeno il sussidio di disoccupazione. Per loro nessun reddito di cittadinanza e, peggio, nessun riconoscimento del ruolo di educatori che dovrebbe essere prioritariamente tutelato proprio dallo Stato”.

La Donazzan prosegue affermando che non sono state mantenute le promesse fatte relative ad una soluzione politica della questione (da ricordare che l’Esecutivo gialloverde ha posto in essere il concorso straordinario).

Versione stampabile
anief banner
soloformazione