Diploma magistrale in Graduatoria ad esaurimento: cosa significa essere inseriti con riserva. Interrogazione parlamentare

WhatsApp
Telegram

Adida – Grazie all'intervento dell'On. Vincenza Bruno Bossio (PD) è stata depositata un'importante interrogazione parlamentare per chiedere al Governo chiarimenti in merito alla questione più controversa che interessa i diplomati magistrali, ovvero la natura delle riserva per l'inserimento in GAE che scaturisce dal provvedimento cautelare del Consiglio di Stato del giorno 11 marzo 2015.

Adida – Grazie all'intervento dell'On. Vincenza Bruno Bossio (PD) è stata depositata un'importante interrogazione parlamentare per chiedere al Governo chiarimenti in merito alla questione più controversa che interessa i diplomati magistrali, ovvero la natura delle riserva per l'inserimento in GAE che scaturisce dal provvedimento cautelare del Consiglio di Stato del giorno 11 marzo 2015.

Gli Uffici Scolastici, difatti, persistono nel confondere la riserva di cui all’art. 6 comma 6 del D.M.235/2014, con la riserva che scaturisce dalla natura del provvedimento cautelare che, invece, è direttamente esecutivo, errore di interpretazione che l'On. Bossio opportunamente sottolinea dal momento che comporta l’impossibilità da parte dei ricorrenti di stipulare contratti a tempo determinato e indeterminato vanificando gli effetti del provvedimento cautelare del Consiglio di Stato.

Inoltre, come la Stessa ribadisce, gli uffici scolastici inadempienti non stanno ottemperando ad una ordinanza che, di fatto, prevede l’inserimento dei ricorrenti nelle GAE nei rispettivi Uffici Scolastici.

Con questa interrogazione, inoltre, l'On. Bossio sollecita il Ministro a rispondere sul come intende procedere per dare corso all'Ordinanza del Consiglio di Stato, da momento che nemmeno la nota emanata il 20 maggio scorso ha favorito la definizione di procedure uniformi e celeri per iscrivere in GAE tutti i ricorrenti beneficiari dell'Ordinanza stessa.

A conclusione della richiesta di chiarimento, infine, ricordando che il Consiglio di Stato, oltre a ribadire il valore abilitante del diploma magistrale conseguito entro il 2001/2002. importante traguardo raggiunto per la prima volta nel 2014 grazie ad un ricorso dell’Associazione ADIDA (Associazione Docenti Invisibili Da Abilitare) ha valutato illegittima l’esclusione dalle Graduatorie ad esaurimento dei docenti che sono in possesso di tale titolo, l'On. Bossio ha chiesto al Governo per quali motivi non si consente l'inserimento in GAE di tutti i diplomati magistrali entro l'anno 2001/2002, anche di quelli non beneficiari dell'Ordinanza e dei ricorsi similari, al fine di evitare il moltiplicarsi dei contenziosi con ulteriori oneri per lo Stato.

Da quando è nata Adida ha cercato la via politica per ottenere il riconoscimento professionale per i precari delle graduatorie d'istituto, obiettivo che anche questa interrogazione persegue, dal momento che si ricorda la Governo “ deve farsi carico di tutti i precari della scuola e dei diplomati magistrali a prescindere dalle posizioni processuali”. I governi che si sono succeduti, invece, hanno adottato misure che hanno favorito la crescita esponenziale del numero dei ricorsi, strumento improprio per ottenere il rispetto dei diritti e della normativa vigente.

Riteniamo che questa interrogazione parlamentare vada nella giusta direzione e attendiamo di conoscere la risposta del MIUR e le eventuali disposizioni amministrative conseguenti.  

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff