Diploma in 4 anni. Lagalla: insegnanti impiegati attraverso uno schema più moderno

Stampa

Roberto Lagalla, Assessore regionae siciliano all’Istruzione, risponde alle preoccupate dichiarazioni del segretario siciliano della FLCGIL Graziamaria Pistorino sul rischio di perdere 4.000 docenti nell’isola in seguito all’introduzione del diploma in 4 anni.

“Premesso che le sperimentazioni in quanto tali esprimono sempre un valore innovativo mi permetto di osservare, senza alcun intento polemico, come quasi tutti i sistemi scolastici dei paesi europei e dell’area OCSE abbiano da tempo adottato il modello di formazione quadriennale. Sono convinto che la sperimentazione aiuterà la ricerca di idonei modelli operativi così come, nel condividere le preoccupazioni occupazionali espresse da Flc Cgil Sicilia e della Consulta provinciale degli studenti, ritengo che il corpo docente, lungi dall’essere ridimensionato, potrebbe essere utilmente impiegato attraverso un più moderno ed efficace schema di insegnamento, che tenga conto di competenze, abilità specifiche ed approfondimenti tematici”.

Diploma in 4 anni, ecco le 100 scuole in cui ci si potrà iscrivere dal 16 gennaio. Altre 92 potrebbero essere inserite entro gennaio

Diploma in 4 anni. Pistorino (Flc Cgil) “In Sicilia a rischio 4mila posti”

Stampa

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti