Dipendenti pubblici: il Tesoro vieta di ricevere regali di valore superiore ai 150 euro

di Patrizia Del Pidio

Con una circolare il ministero dell’Economia vieta ai dipendenti pubblici di ricevere regali che non siano di modico valore.

La circolare, firmata dal ministro Padoan e indirizzata a tutti gli uffici del Ministero e alle agenzie fiscali, definisce il codice di comportamento dei dipendenti pubblici stabilendo i doveri di buona condotta, lealtà e diligenza.

Con una circolare il ministero dell’Economia vieta ai dipendenti pubblici di ricevere regali che non siano di modico valore.

La circolare, firmata dal ministro Padoan e indirizzata a tutti gli uffici del Ministero e alle agenzie fiscali, definisce il codice di comportamento dei dipendenti pubblici stabilendo i doveri di buona condotta, lealtà e diligenza.

Secondo questi doveri e valori, un obbligo per far in modo che l’amministrazione pubblica funzioni in maniera corretta e trasparente, i dipendenti pubblici non possono quindi accettare regali che abbiano un valore superiore a quello che si intende per “modico”. Il valore modico è definito nel codice di comportamento dei dipendenti pubblici nell’articolo 4 del D.P.R. dove si precisa che in via orientativa è “non superiore ai 150 euro”.




Sempre nella circolare del ministro Padoan si precisa che i regali di valore superiore dovranno essere messi a disposizione dell’Amministrazione per la restituzione o per essere devoluti a fini istituzionali.

Versione stampabile
soloformazione