Dipendenti comunali senza aria condizionata: alle 11 tutti a lavorare da casa. I docenti: “Noi con 38° senza condizionatori e in 30 in una stanza”

WhatsApp
Telegram

Una notizia che non riguarda direttamente la scuola ha tuttavia catturato l’attenzione di tantissimi docenti e personale Ata siciliani.

A Palermo, si è guastato l’impianto di condizionamento di un ufficio nevralgico dell’amministrazione comunale, con assessorati strategici per i professionisti, dall’Edilizia Privata all’Urbanistica, dalla Mobilità ai Lavori Pubblici. Motivo per cui alle 11 del mattino, racconta La Repubblica, tutti i dipendenti comunali sono stati autorizzati a lavorare da casa.

I commenti sotto al post del quotidiano fondato da Eugenio Scalfari, però, sono popolati da tantissimi insegnanti che ricordano come a scuola non esistono condizionatori eppure non si fa niente per migliorare questo aspetto, sia per i lavoratori che per gli studenti durante le attività didattiche.

Certo, non un attacco ai lavoratori comunali invitati a lasciare l’ufficio. Piuttosto, un’occasione per ricordare in quali condizioni si trovano le scuole italiane.

Ecco alcuni commenti raccolti dal post su Facebook de La Repubblica:

A scuola mai avuti condizionatori e siamo in trenta in una stanza“; “Saluti dalle scuole pubbliche“; “Noi docenti a 38 gradi senza condizionatore“; “A scuola con 40 gradi si fanno esami“.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro