Dimensionamento scolastico, il Tar dice no al ricorso della Toscana. Valditara: “C’è fiducia per la pronuncia della Consulta”

WhatsApp
Telegram

Il Tar del Lazio, con due distinte ordinanze, si è pronunciato oggi rigettando le istanze cautelari richieste nell’ambito dei ricorsi, promossi dalla CGIL e dalla Regione Toscana, avverso il decreto interministeriale attuativo della riforma del dimensionamento prevista dal PNRR.

Nelle due decisioni viene chiarito che le esigenze dei ricorrenti non richiedono l’adozione di provvedimenti cautelari e che, pertanto, la questione può essere rimandata all’udienza di merito, fissata al 6 febbraio 2024.

“Con le pronunce odierne si conferma definitivamente la linea del Ministero in ordine alla fase cautelare dei ricorsi promossi dalle Regioni Campania, Puglia, Toscana ed Emilia-Romagna e dalla CGIL: i provvedimenti adottati dal Ministero in attuazione della riforma del PNRR, dunque, non devono essere sospesi nelle more della decisione della Corte Costituzionale sulla legittimità della normativa statale; una decisione che attendiamo con grande fiducia e con piena convinzione delle nostre ragioni”. Così il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia