Dimensionamento scolastico, Casa (M5S): l’obiettivo è mantenere scuole autonome, no alle reggenze. I dettagli

Stampa

Tra i diversi provvedimenti contenuti nell’appena approvata legge di bilancio, quello sul dimensionamento probabilmente lascerà un impatto di non poco conto sul mondo scolastico.

L’emendamento prevede nuovi parametri per la definizione delle istituzioni scolastiche autonome.

Nello specifico, la soglia per l’assegnazione di un dirigente scolastico e di un DSGA (direttore dei servizi generali e amministrativi) scende da 600 e 500 studenti nei casi ordinari, e da 400 a 300 studenti nei casi riguardanti le scuole situate nelle piccole isole, nei comuni montani o nelle aree caratterizzate da specificità linguistiche.

Si tratta di un provvedimento molto importante anche per l’entità dello stanziamento: per l’anno scolastico 2021-2022, la norma sul dimensionamento prevede infatti la copertura per quasi 41 milioni di euro, limiti di spesa che vanno a coprire l’intero periodo e che, spiega Vittoria Casa (M5S), Presidente della Commissione Cultura, proponente e prima firmataria
dell’emendamento, “rappresentano un primo importante passo per affrontare una serie di questioni che riguardano la scuola sia sul breve che sul lungo periodo. Da una parte, viviamo un momento di lunga crisi pandemica, nel quale c’è bisogno più che mai di mettere al centro i bisogni dei ragazzi, quindi di dare loro dei punti di riferimento. Dall’altra, c’è la grande questione della denatalità e dell’inevitabile calo d’iscrizioni che avremo nei prossimi anni”.

Si tratta di un investimento di prospettiva al fine di evitare che la crisi demografica ormai in atto comporti la riduzione del numero di scuole autonome con il conseguente aumento di scuole sottodimensionate date in reggenze, prive di dirigenti scolastici titolari.

In un momento storico molto complesso e delicato come quello attuale, l’obiettivo è di mantenere la presenza di scuole autonome radicate nel proprio territorio in grado di promuovere e programmare un’offerta formativa integrata centrata sui bisogni formativi degli studenti.

Legge di bilancio pubblicata in Gazzetta Ufficiale: cosa cambia per la scuola

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 160€!