Dimensionamento, regioni rifiutano richieste del MEF. In vista nuovi tagli per perequazione?

di
ipsef

red – Se non si taglieranno le 800 istituzioni scolastiche, con conseguente ritocco di Dirigenti e DSGA, bisognerà tagliare altrove.

red – Se non si taglieranno le 800 istituzioni scolastiche, con conseguente ritocco di Dirigenti e DSGA, bisognerà tagliare altrove.

Le regioni non ci stanno e rifiutano la richiesta del Ministero dell’Economia di un tetto di mille alunni ad istituto, richiesta che sarebbe costata circa 800 scuole.

Nessun confronto presso la conferenza Stato-Regioni, l’ordine del giorno a riguardo è stato cassato. Le regioni non ci stanno, è scontro aperto.

Ciò, però, non fermerà il Ministero dell’economia, che dovrà comunque far rientrare il taglio alla spesa che sarebbe derivato dal taglio delle istituzioni scolastiche, dalle Dirigenze e dai posti dei DSGA.

Ci si attende, dunque, se non si giungerà ad un accordo diverso, che il MEF presenti il conto all’Istruzione, che dovrà rimettere mani alle forbici per tagliare altre voci.

Dimensionamento scolastico, a rischio 800 scuole: ore cruciali. MEF vuole mille alunni ad istituto

Economia chiede taglio di altre 800 scuole, MIUR tenta la mediazione. Salteranno sedie Dirigenti e DSGA

Versione stampabile
anief anief
soloformazione