Dimensionamento. La ragion di Stato è superiore alla continuità didattica

di redazione
ipsef

red – A decretarlo è il Tar Calabria con la Sentenza n. 543 del 08 maggio 2013 che conferma la legittimità dei provvedimenti assunti in tema di dimensionamento della rete scolastica.

red – A decretarlo è il Tar Calabria con la Sentenza n. 543 del 08 maggio 2013 che conferma la legittimità dei provvedimenti assunti in tema di dimensionamento della rete scolastica.

Secondo il Tar Calabria, infatti, "nessuna soppressione fisica di Scuole o Istituti consegue all’adozione del piano di dimensionamento e che neppure può ipotizzarsi un pregiudizio derivante dalla violazione del principio della continuità didattica (anche prescindendo dal fatto che la continuità didattica non è un valore assoluto rispetto al quale ogni altro interesse pubblico o privato presenta carattere recessivo), sia perché non risulta alcun dato in ordine a eventuali opzioni effettuate dai docenti quanto al transito verso altri Circoli o Istituti, sia perché il valore della continuità didattica (cfr. Tar Firenze, I, n. 1284/2006) si riferisce all’anno scolastico in corso (nel senso che, nei limiti del possibile, va evitata l’interruzione del rapporto in pieno svolgimento tra docente e discente) e non legittima il consolidamento di un’aspettativa degli alunni a conservare nell’anno successivo i vecchi docenti” (TAR Catanzaro, sez. II, 2 dicembre 2010 n. 2953)”.

La sentenza, dunque, riafferma il principio secondo cui alle istituzioni scolastiche autonome costituite con un numero di alunni inferiore a 600 unità, ridotto fino a 400 per le istituzioni site nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche, non possono essere assegnati dirigenti scolastici con incarico a tempo indeterminato. Le scuole, quindi, passano in reggenza.

Il testo della sentenza divulgato da dirittoscolastico.it

Scuole senza Dirigenza e DSGA saranno 552. Lo stato dell’arte sul dimensionamento

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione