Didattica: su Indire.it un sito per formare gli insegnanti

di Lalla
ipsef

Ufficio Stampa IdO – “La situazione della scuola nel nostro Paese presenta aspetti fortemente critici sugli apprendimenti di base, rivelando, in talune situazioni, elementi di vera e propria emergenza”. A dichiararlo è l’Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica (ANSAS) che con il ministero dell’Istruzione (MIUR), per colmare le carenze segnalate dalle più recenti indagini internazionali, ha invitato i docenti di 4.000 scuole del Mezzogiorno, del primo e secondo ciclo di circa 1.000 classi di matematica e 460 di italiano, a tornare sui banchi per apprendere un nuovo modo di insegnare.

Ufficio Stampa IdO – “La situazione della scuola nel nostro Paese presenta aspetti fortemente critici sugli apprendimenti di base, rivelando, in talune situazioni, elementi di vera e propria emergenza”. A dichiararlo è l’Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica (ANSAS) che con il ministero dell’Istruzione (MIUR), per colmare le carenze segnalate dalle più recenti indagini internazionali, ha invitato i docenti di 4.000 scuole del Mezzogiorno, del primo e secondo ciclo di circa 1.000 classi di matematica e 460 di italiano, a tornare sui banchi per apprendere un nuovo modo di insegnare.

Materiali di studio e tanto altro sono già nel sito web “Risorse per docenti dai progetti nazionali” all’indirizzo risorsedocentipon.indire.it, che sarà presentato domani a Napoli nel corso di una tavola rotonda, alle 12.30, nell’ambito dei “Tre giorni per la Scuola”, con il commissario straordinario dell’ANSAS, Stefania Fuscagni, il capo dipartimento per la programmazione e gestione risorse umane del MIUR, Giovanni Biondi, e il direttore generale per gli Affari internazionali del MIUR, Marcello Limina.

L’offerta formativa è frutto della collaborazione fra il MIUR, l’ANSAS, l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (INVALSI) ed esperti provenienti dai più importanti enti culturali, università, accademie, istituti di ricerca e associazioni disciplinari, ed è cofinanziata dal programma “Competenze per lo Sviluppo” del MIUR, nell’ambito della Programmazione nazionale 2007/2013 dei Fondi strutturali europei per le Regioni dell’Obiettivo Convergenza: Campania, Puglia, Calabria, Sicilia.

La piattaforma offre una raccolta di percorsi e materiali disciplinari progettati per supportare concretamente i docenti nella pratica di una didattica innovativa, in linea con gli obiettivi indicati dalle riforme in corso nel sistema di istruzione. Si rivolge principalmente ai professori di italiano, lingue straniere (anche classiche), matematica, fisica, chimica e scienze, che vengono sfidati a intraprendere un itinerario di sviluppo professionale e di riflessione sulle discipline e sul loro insegnamento.

“Una riflessione – conclude l’ANSAS – che si rende oggi necessaria, alla luce delle riforme dei cicli e degli ordinamenti e, soprattutto, in risposta all’urgenza di ripensare l’identità comunicativa della scuola, per disegnare
nuove modalità di insegnamento capaci di valorizzare le abilità di ogni studente”.

Home

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione