Didattica: ogni 50 minuti di lezione dieci di pausa. Metodo finlandese anche in Italia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Finlandia fa scuola. E non è solo un modo di dire. Una primaria in provincia di Pesaro Urbino ha deciso di impostare la didattica secondo il metodo finlandese. 

In cosa consiste il metodo

In buona sostanza vengono sottratti 10 minuti ad ogni ora che vengono destinati a una piccola pausa. In questo intervallo gli alunni possono uscire dall’aula, ma non deve essere interrotto l’apprendimento.

A riportare la notizia è il Resto del Carlino, che ha raccolto anche le prime reazioni positive dei docenti del plesso scolastico.

Il parere della docente

Io avevo già provato lo scorso anno – racconta una docente, responsabile del plesso – attraverso delle attività, il beneficio di lasciare agli alunni dei momenti in cui andare in palestra, oppure nel giardino, per scaricarsi un po’ ma sempre continuando ad imperare: per esempio salendo le scale e contando per far pratica con i numeri ordinali. Dal prossimo anno – prosegue – abbiamo pensato di introdurre anche il Modi, ‘Migliorare l’organizzazione didattica’, la sperimentazione proposta dal dottor Raffaele Ciambrone, pedagogista e funzionario del Ministero dell’Istruzione: si prevede di fare 2 giorni e mezzo di italiano, storia, arte e laboratori e altri 2 giorni e mezzo di scienze, matematica, geografia e motoria, in modo che si possano consolidare e portare a termine certi argomenti, senza doversi invece interrompere perché, magari, è finita l’ora“.

Il nuovo metodo prevede un’appendice di lavoro da svolgere a casa, ma questo andrà a ridurre i compiti assegnati nel metodo classico.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione