Didattica digitale integrata: chi fa cosa (collegio docenti, consiglio di classe), orario lezioni, i tre modelli

WhatsApp
Telegram

L’Ufficio scolastico regionale per la Toscana pubblica una nota di chiarimenti in relazione alla nota n.437 del 13 gennaio, con la quale ha fornito indicazioni in merito al funzionamento delle attività didattiche in didattica digitale integrata e precisato che la didattica digitale integrata può essere attivata solo per motivi legati al Covid.

Chi fa cosa nella didattica digitale integrata

Il Collegio dei docenti:
– delibera il Piano scolastico per la didattica digitale integrata che arricchisce obbligatoriamente il Piano dell’Offerta Formativa dell’istituzione scolastica venendo a costituirne parte integrante; in esso:

  • fissa i criteri e le modalità di erogazione della DDI, nelle sue diverse articolazioni: integrata, complementare, a distanza;
  • adatta la progettazione dell’attività educativa e didattica in presenza alla modalità a distanza, al fine di garantire l’omogeneità dell’offerta formativa dell’istituzione scolastica;
  • definisce le modalità attraverso cui procedere alla valutazione delle attività svolte in DDI e come queste impattano sui criteri che il Collegio ha definito nel PTOF per garantire che la valutazione avvenga in modo omogeneo, trasparente ed equo.

I Consigli di classe, ovvero i team dei docenti, secondo il modello di organizzazione didattica dell’istituzione scolastica:
– rimodulano le progettazioni didattiche, pensate per l’attività esclusivamente in presenza, per adattarle alle
diverse modalità di erogazione;
– individuano, a tal fine, i contenuti essenziali delle discipline, i nodi interdisciplinari, gli apporti dei contesti non formali e informali all’apprendimento.

Erogazione Ddi

Nelle Linee guida tre modelli di erogazione della didattica digitale con diverse finalità:

integrativa: il termine, utilizzato sensu stricto, si riferisce alla modalità che arricchisce la didattica in presenza introducendo ulteriori strumenti didattici, modalità organizzative del gruppo di studenti;

complementare: si riferisce alla modalità che consente di sviluppare attività sia in presenza sia a distanza, in particolare, quando parte del gruppo classe svolge attività in presenza e parte le svolge a distanza;

a distanza: si riferisce alla modalità per cui l’erogazione si attua interamente attraverso modalità online, per una parte o per la totalità della classe.

Orario lezioni

Nel caso di attività digitale complementare a quella in presenza, il gruppo che segue l’attività a distanza rispetta per intero l’orario di lavoro della classe. Quindi, a parte l’organizzazione delle attività assegnate nell’arco temporale, il collegamento fra alunni in presenza e alunni a casa, deve essere gestito nell’intero monte ore svolto dagli studenti in presenza.

In caso di Dad:

Nota Usr 18 gennaio

Ritorno in classe, Ddi attivabile solo per motivi inerenti al Covid-19. Nota USR Toscana [PDF]

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?