Didattica digitale, il 90% degli studenti over 16 ha un device personale: a scuola resta nello zaino, all’università sale in cattedra

WhatsApp
Telegram

La tecnologia ha trovato una sede permanente nelle aule italiane nel post-pandemia. Oltre il 90% degli studenti ora possiede almeno un dispositivo dedicato all’apprendimento.

L’Osservatorio “Didattica Digitale”, condotto da Skuola.net e Lenovo, svela un quadro intrigante sull’adozione della tecnologia tra gli studenti italiani.

Dalla ricerca emerge che quasi il 50% degli studenti utilizza dispositivi digitali quotidianamente per scopi didattici. La percentuale sale al 60% tra gli studenti universitari. I computer portatili dominano come dispositivi preferiti, seguiti da tablet e smart paper, evidenziando un trend verso la digitalizzazione.

Nonostante la crescente adozione digitale, tre quarti degli studenti preferiscono ancora gli strumenti analogici per prendere appunti. Questa preferenza si riduce significativamente al 45% tra gli studenti universitari, suggerendo una transizione verso il digitale con l’avanzare del percorso di studi.

Il cambio è evidente anche nei metodi di studio: l’85% degli studenti delle scuole superiori e il 93% degli universitari utilizzano la tecnologia per la didattica. Gli universitari tendono a utilizzare dispositivi digitali in modo più creativo, come redigere documenti o fare riassunti, mentre gli studenti delle scuole superiori li utilizzano in modo più passivo.

Solo 1 studente su 5 nelle scuole superiori è incentivato a utilizzare la tecnologia, con il 35% sconsigliato. Al contrario, nelle università, quasi il 30% è incentivato, e un ulteriore 70% è libero di utilizzare la tecnologia come preferisce, indicando una maggiore accettazione della digitalizzazione nel mondo accademico.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri