Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Didattica. Come strutturare un quiz a risposta multipla

WhatsApp
Telegram

I quiz a scelta multipla possono essere utili per valutare la conoscenza di un argomento, ma possono interferire con l’apprendimento se il test è mal strutturato.

Andrew Butler, professore di scienze psicologiche presso l’Università di Washington, in un recente articolo sul Journal of Applied Research in Memory and Cognition spiega che i quiz a scelta multipla spesso non seguono le più recenti scoperte scientifiche su come gli studenti elaborano e trattengono le informazioni.

Butler spiega che quando gli studenti non sono sicuri della risposta giusta, possono inavvertitamente imparare informazioni errate, un fenomeno chiamato effetto di suggerimento negativo.

Ma se il quiz è ben strutturato può rafforzare ciò che gli studenti conoscono, aumentando le loro prestazioni nei test futuri.

Butler ha elencato cinque suggerimenti per strutturare quiz a scelta multipla di alta qualità.

1. Non elencare troppe risposte. Più risposte vede uno studente, più è probabile che ricordino quello sbagliato. Attenersi a tre possibili risposte: è il miglior equilibrio tra qualità ed efficienza.

2. Evita le domande trabocchetto.  Domande ingannevoli pensate per mettere in difficoltà o ingannare gli studenti non sono “produttivi per l’apprendimento”, spiega Butler. Mentre può essere allettante includere domande che richiedono agli studenti di trascorrere qualche minuto in più pensando alla risposta, le domande trabocchetto possono ritorcersi contro e confondere gli studenti – anche quelli che stanno facendo bene sul resto del test – e quindi fare più male che bene.

3. Struttura le domande in maniera semplice  . “Tutte le risposte precedenti”, “nessuna delle precedenti” e domande a risposta multipla (come “A, B e D”) sono soggette a gioco, se uno studente può eliminare una delle possibili risposte, l’elenco di risposte corrette viene rapidamente ridotto, portando a “livelli artificialmente più alti di prestazioni”, dice Butler.

4. Prepara test impegnativi, ma non troppo difficili. Secondo la ricerca, un test difficile può anche indurre gli studenti a trasmettere cattive informazioni alla memoria.

5. Fornisci un feedback. La revisione è fondamentale. “Fornire feedback dopo un test a scelta multipla aumenta i suoi effetti positivi sull’apprendimento e riduce o elimina sostanzialmente i suoi effetti negativi”, scrive Butler.

Secondo Butler, i quiz non sono solo valutazioni. Se ben strutturati, possono essere efficaci strumenti di apprendimento, perché aumentano la comprensione della materia da parte dello studente.

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA