Didattica collaborativa tra insegnante e studenti: la soluzione Intel Unite® arriva all’IIS Torriani di Cremona

Stampa

Ancora una volta si conferma che l’emergenza Covid-19 sta spingendo nel nostro paese l’adozione di soluzioni innovative a supporto di una didattica più inclusiva ed efficace. È di questi giorni infatti la notizia che l’Istituto d’Istruzione Superiore Janello Torriani, di Cremona sta sperimentando per la prima volta Intel Unite®, un sistema operativo che agevola la didattica e che si appoggia su soluzioni tecnologiche. Il sistema, adottato in fase sperimentale grazie all’intervento di C2 Group, semplifica la condivisione dei contenuti, senza interrompere il flusso didattico delle lezioni.

Orizzonte Scuola ha incontrato lo staff dirigenziale dell’IIS J. Torriani in prima linea in tutti questi mesi nella gestione della didattica a distanza e della continuità educativa: Roberta Mozzi Dirigente Scolastico, Michele Perna, Collaboratore del Dirigente Scolastico, e Nicola Salti, Animatore Digitale

“Siamo da sempre una scuola all’avanguardia nella ricerca di soluzioni informatiche che rendano gli studenti sempre più protagonisti durante le lezioni – dice Roberta Mozzi, Dirigente Scolastico dell’Istituto – con l’obiettivo in parallelo di supportare gli insegnanti meno tecnologici, per renderli più agili nell’utilizzo degli strumenti digitali”.

La tecnologia è dunque un elemento importante per l’Istituto, non solo dal punto di vista pratico, ma soprattutto dal punto di vista educativo: la scuola offre una preparazione scientifica e tecnologica, al fine di far acquisire agli studenti conoscenze e competenze necessarie per affrontare il mondo del lavoro e per facilitare l’accesso alle facoltà tecnico-scientifiche.

Didattica e tecnologia sono complementari, grazie a setting d’aula studiati per attivare nei ragazzi competenze fondamentali quali analizzare, applicare, comprendere, ricordare, creare e valutare. “Questo nostro modo di approcciare la didattica – aggiunge Michele Perna, collaboratore del Dirigente Scolastico – fonde insieme le 3 grandi teorie fondamentali sull’apprendimento (comportamentismo, cognitivismo e costruttivismo) in un nuovo paradigma che possiamo chiamare connettivismo, basato sulle intelligenze multiple di Gardner.”

Come coniugare quindi inclusione e integrazione?

La soluzione Intel Unite® risponde alle esigenze didattiche dell’Istituto, alla ricerca di un sistema in grado di connettere in modo semplice le tecnologie presenti nelle classi.

Intel Unite® è compatibile con dispositivi dotati di processore Core i5 vPro® o superiore. La tecnologia integrata nella piattaforma Intel vPro® permette il facile controllo del dispositivo per assistenza remota e aggiornamenti da parte di un operatore IT abilitato all’interno dell’Istituto o da un altro sito attraverso la piattaforma Intel® Endpoint Management Assistant (Intel® EMA)

L’Istituto è dotato di aule altamente tecnologiche, lavagne interattive con proiettori a muro, monitor touch trasportabili, notebook e tablet, ma non sempre è facile collegare tra loro i vari dispositivi per poter fare lezione in modo rapido e coinvolgente.

La soluzione Intel Unite® offre numerosi benefici perché semplifica la fruizione delle informazioni. Il Sistema Intel Unite® – spiega Perna – ci dà la possibilità di mostrare contenuti LIM e monitor touch su qualsiasi dispositivo dell’alunno, anche seduto a notevole distanza nelle nostre aule grandi, così che non perda mai ciò che viene trasmesso durante il mirroring”.

In questo modo è possibile attuare realmente la Didattica Collaborativa. “La soluzione Intel Unite® ci permette di fare lezione in modo efficace anche a distanza ed è quello che conta – afferma Nicola Salti, Animatore Digitale dell’IIS J. Torriani – Una cosa che abbiamo notato, utilizzando questo sistema, è il maggior coinvolgimento dei ragazzi. Si sentono parte attiva della lezione, anche se lontani fisicamente dal docente, in quando vedono subito sul loro device il materiale condiviso sui monitor interattivi. In questo modo viene ridotta, non solo fisicamente, la distanza tra loro e il docente”.

Non solo: il sistema Intel Unite® permette un grandissimo risparmio di banda internet, perché basta collegare alla rete solo il mini PC Intel NUC e il dispositivo principale, per riuscire a fare lezione con tutti gli studenti collegati con i loro dispositivi. Il vantaggio inclusivo per l’Istituto, testimoniano gli insegnanti, è veramente notevole, poiché possiamo accedere contemporaneamente ad app, tool e suite con un’ampiezza di banda realmente ridotta.

Intel Unite®, inoltre, è una soluzione sicura, grazie al PIN univoco che permette di accedere in modo protetto ad ogni lezione, attivabile e modificabile in modo semplice e centralizzato

La facile connessione del sistema Intel Unite® con diversi dispositivi aiuta lo studente ad esprimersi: “L’utilizzo di vari dispositivi tra cui gli smartphone, – aggiunge Salti – permette effettivamente allo studente di utilizzare strumenti a lui molto congeniali, più friendly rispetto al libro di testo con cui sicuramente fa più fatica ad interagire. In questo modo aumenta l’autostima, supera il libro e diventa esso stesso creatore dei contenuti”.

La soluzione Intel Unite® agevola la condivisione delle informazioni, mette vantaggi delle nuove tecnologie a disposizione dei docenti, del personale e agli studenti. La connettività è semplificata e gli studenti possono condividere le informazioni da qualsiasi dispositivo. In questo modo si collegano tutti gli schermi e le applicazioni creando nuovi spazi di collaborazione.

In aggiunta, la soluzione Intel Unite® consente di accedere a tutti i contenuti mantenendo il focus anche per gli studenti ipovedenti, nel rispetto delle diversità. Infine, grazie alla semplificazione della visualizzazione e della connettività, viene abilitata una maggiore puntualità sia nello svolgimento delle attività organizzative (consigli di istituto, riunioni operative, ecc.), sia durante la didattica.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur