Didattica a distanza: noi precari abbiamo lavorato a nostre spese, non abbiamo diritto al bonus 500 euro

di redazione

item-thumbnail

“Le cifre dei docenti precari sono alte, già i presupposti in era pre-covid erano di diminuirne il numero, oggi a maggior ragione bisognerebbe farlo in emergenza aumentando i posti”

Questo quanto affermato da Elisabetta Giannini, docente precaria, durante la manifestazione svoltasi ieri a Roma ed organizzata dal comitato “Priorità alla Scuola”

Manifestazione svoltasi nella giornata di ieri in 60 piazze di città italiane. Da Firenze a Ragusa, da Roma a Varese, da Palermo a Modena, da Milano a Napoli si sono svolti i sit-in in contemporanea per dar vita a una “manifestazione nazionale”.

Tra i motivi della manifestazione anche le linee guida di rientro a settembre, delle quali il comitato ha chiesto il ritiro

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione