Didattica a distanza, necessario scaricare gratuitamente testi per docenti e studenti. Lettera

ex

Inviata da Emanuela Lattanzi – Mai come in questo momento, infatti, sarebbe opportuno, anzi necessario per noi docenti, ma anche soprattutto per gli studenti, specialmente con quelli con difficoltà, poter scaricare legalmente e gratuitamente i testi in adozione nelle loro scuole, per facilitare le attività a distanza.

Tutto questo, in un momento dell’anno scolastico in cui gli studenti hanno da tempo già acquistato i testi cartacei e quindi senza nessuna perdita economica da parte degli editori.

Qualcuno dirà che il libro digitale è già a disposizione degli utenti (infatti c’è un obbligo normativo in tal senso già da qualche anno) ma chi li usa sa bene quanto sia farraginoso entrare nelle piattaforme dedicate delle case editrici, ovvero scaricare i cosiddetti contenuti aggiuntivi, che solo raramente contengono il testo per intero. Per non parlare di quelle vecchie edizioni che hanno ancora il dvd.

A dispetto di quanto si dica, la Scuola italiana sta rispondendo alla chiamata alle armi, in questi giorni da nord a sud, sul campo della didattica a distanza con una prontezza e un impegno senza precedenti, nonostante le mille difficoltà oggettive ed il fatto che il tanto sbandierato piano della scuola digitale per molti Istituti sia ancora una chimera.

Sarebbe un bel gesto di solidarietà da parte del mondo dell’editoria, nei confronti della scuola e dei suoi utenti, che rappresentano, tra l’altro, una fetta fondamentale del suo mercato.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!